Trova la Tua Nicchia di Mercato Specifica in 4 Step

  • Post author:
  • Reading time:41 min(s) read

trovare nicchia di mercato

Al giorno d’oggi trovare una nicchia di mercato specifica è fondamentale per avere successo online.

Esatto, hai capito benissimo.

Considera la frase che ho scritto poco fa come il primo dei comandamenti da rispettare se vuoi essere un buon Digital Marketer (di tutto rispetto anche…).

Un comandamento fondamentale che divide chi vende e ha successo da chi fallisce miseramente.

Ma ora analizziamo dei casi umani non molto rari…

Molte volte mi vengono fatte queste domande:

Michele, vorrei aprire un Blog/eCommerce sull’abbigliamento, poi vorrei passare al settore della tecnologia, infine vorrei aprire un sexy shop…Che ne dici?

Voglio aprire un Blog in cui parlo delle mie passioni e basta

oppure…

Mhh, che ne dici se aprissi un Blog/eCommerce sul fitness in generale per iniziare a vendere?

Nel peggiore dei casi…

Allora Mike! Dato che voglio fare cash alla velocità della luce che ne dici se sul mio Blog/eCommerce inizio a vendere su/parlare di trenta nicchie diverse…

Dopo tutto questo capisco perché il 99% delle persone fallisce in un percorso imprenditoriale digitale e non

Online è possibile generare delle entrate molto corpose, ma non ci arriverai finché non installerai nella tua mente questa grandissima e inconfutabile verità:

È impossibile avere successo nel breve e nel lungo termine e costruire un business solido se non hai in mente una nicchia di mercato specifica da colpire col tuo ecosistema di marketing, prodotti e pubblicità.

Quindi per poter avere successo online devi:

  • Analizzare un mercato, scegliere una nicchia specifica che ti possa piacere (es. settore: fitness > dimagrimento).
  • Sapere che tipo di prodotti vendere (nel settore del dimagrimento potresti vendere integratori o consulenze per dimagrire se sei un personal trainer).
  • Come vendere questi prodotti (es. attraverso il Blog, il mio mezzo preferito, ma potresti usare anche un Funnel, eCommerce ecc.)

Vedi quanto è semplice? Scegliendo una nicchia di mercato specifica non solo capirai che tipo di prodotto vendere ma potrai anche scegliere COME VENDERE (ovvero il mezzo, il mio mezzo preferito per vendere è il Blog, ma potresti aprire anche un eCommerce, canale Youtube ecc.)!

Vedi! Ti ho anche elencato i tre elementi FONDAMENTALI di un Business Online.

Per esperienza personale posso dirti che senza di essi NON andrai da nessuna parte, NON capirai che tipo di contenuti fare e NON darai vita a nessun ecosistema di marketing in grado di vendere e restare in piedi per anni.

[ATTENZIONE – IMPORTANTE!]

Questi tre elementi (nicchia specifica, tipo di prodotto, mezzo per vendere) sono indispensabili per creare qualsiasi tipo di modello di business online redditizio:

Blogger (Blog), Affiliate Marketing, Youtuber (Youtube), Influencer (Instagram), eCommerce, Corsi Online, Sales Funnel, Landing Page, Sito Web ecc. ecc.

Quindi mi rivolgo a tutti!

Bene, con questa prima infarinatura sul Digital Marketing, in cui ti ho introdotto l’importanza della Nicchia di Mercato, spero di averti schiarito le idee una volta per tutte!

Se non è così stai tranquillo perché questo articolo l’ho strutturato in modo che anche tu possa comprendere questo argomento semplice ma fondamentale.

Quindi non ci resta altro che andare oltre e comprendere il concetto di Nicchia di Mercato come un professionista.

Premetto che le informazioni che troverai su questo articolo derivano da esperienze personali e ragionamenti profondi fatti al momento della stesura del testo.

Molti concetti sono espressi ESPLICITAMENTE, altri dovrai estrarli leggendo tra le righe, ragionando…Ed è li che entra in gioco tu.

Buona lettura!

Un’esempio di Successo e uno di Fallimento

trovare nicchia di mercato profittevole

Luca e Simone decidono di mettersi in competizione su mercati differenti.

Luca decide di aprire il suo Blog sul sollevamento pesi. Quindi una volta aperto WordPress, inizia a scrivere articoli riguardo le sue esperienze in palestra.

Invece, Simone dedica 2 ore del suo tempo per eseguire una ricerca di mercato e decide di focalizzarsi sul settore del fitness, che è anche un mercato di suo interesse.

Simone, studiando il mercato del fitness capisce che ci sono tante altre nicchie al suo interno.

Quindi decide di specializzarsi e aprire un Blog sugli integratori vitaminici e inizia a scrivere articoli secondo una precisa strategia di Content Marketing.

Inoltre, Simone decide di monetizzare i suoi contenuti grazie a un programma di affiliazione che gli permette di sponsorizzare integratori.

Vuoi sapere il risultato dopo 3 mesi di lavoro da parte di entrambi?

Luca si ritroverà sempre col suo Blog in cui parla dei fatti suoi, senza aver scelto una nicchia specifica e senza aver monetizzato i suoi contenuti, quindi percepirà pochissime o zero visite e zero entrate.

Simone si ritroverà con un bel Blog visitato da molte persone e che genera vendite grazie alla vendita di prodotti in affiliazione (integratori).

Questo è avvenuto perché questo soggetto si è specializzato in una nicchia ben precisa, ha scritto contenuti utili per le persone facenti parte di quell’interesse di mercato (integratori) e anche perché ha monetizzato i suoi articoli con dei prodotti congruenti alla nicchia (si trova nella nicchia: fitness > integratori, quindi scrive articoli per questo settore specifico in cui vende integratori).

Al contrario Luca non ha eseguito la sua ricerca di mercato, quindi non si è specializzato in una nicchia precisa, non ha seguito una strategia di Content Marketing, quindi non ha scritto articoli utili alle persone per persuaderle e non ha scelto nessun sistema di vendita per monetizzare i suoi articoli, quindi non percepisce nessuna entrata.

Vuoi fare la fine di Luca o di Simone? A te la scelta!

Mike, cos’è un Mercato, una Nicchia e una Nicchia Specifica?

scegliere nicchia di mercato

Ho realizzato quest’immagine per semplificare la spiegazione che ti sto per dare. Di per sé parlare di mercato è troppo generico, come avrai visto.

Ogni singolo mercato è un’insieme di realtà o di nicchie, le quali a loro volta si dividono ulteriormente in segmenti della nicchia di mercato che corrispondono a precisi interessi delle persone.

A livello gerarchico abbiamo questo tracciato: Mercato > Nicchia > Nicchia Specifica o Segmento di Mercato.

Chiaro fin qui? Ok, proseguamo!

Il mercato è un concetto generico, si riferisce a un’industria che rappresenta uno dei tanti ingranaggi che muove l’economia mondiale.

Quindi un mercato presenta un giro d’affari che può andare da qualche decina/centinaio di milione di dollari fino a miliardi e miliardi di dollari.

Quelle aziende che dominano un mercato sono quelle che sono partite da una nicchia specifica, fino a conquistare la nicchia di riferimento per poi dominare gran parte di quel mercato imponendosi come market leader (leader di mercato).

Nel mondo esistono veramente tanti mercati, ma quali sono quelli principali? Eccoli, raffigurati in un’unica immagine.

grandi mercati

Da questi grandi mercati è possibile andare in profondità per scovare quelle che sono le NICCHIE DI MERCATO (quasi tutte quelle esistenti nel mondo), ovvero sottoinsiemi del MERCATO.

Quindi siamo passati da un concetto GENERICO (mercato) a uno SPECIFICO, la NICCHIA DI MERCATO.

Ad esempio. una nicchia di mercato potrebbe essere “Libri” o “Corsi di Formazione” nel mercato delle Informazioni.

Ecco altri esempi (mercato > nicchia di mercato):

  • Finanza & Denaro > Immobili, Investimenti, Criptomonete…///
  • Tecnologia > Intelligenza Artificiale, Notebook, Smartphone…///
  • Salute > Fitness & Sport, Medicina, Fisioterapia…///
  • Relazioni > Matrimoni, Accoppiamento, Appuntamenti…///
  • Bellezza > Trattamenti, Moda, Creme…///

Quindi le NICCHIE DI MERCATO non sono altro che le componenti di un MERCATO e si trovano al secondo posto gerarchicamente.

Non è solo possibile individuare delle nicchie all’interno di un mercato, ma è possibile andare anche più in profondità all’interno di una nicchia, quindi da questa logica nasce: il segmento della nicchia di mercato.

Quindi andiamo a definire quelli che sono i segmenti di una nicchia in particolare e questi rappresentano la più alta specializzazione di un mercato.

I segmenti delle nicchie di mercato possono rappresentare:

  • Interessi/bisogni delle persone;
  • Fasce di prezzo di un servizio/prodotto;
  • Figure di specializzazione;
  • Prodotti/Servizi specifici;
  • Personalità/pensieri del pubblico.;
  • Età, sesso e stato di salute;
  • E tutto ciò che definisce la sfera umana in rapporto al mercato…

Quindi se prima abbiamo parlato di un concetto GENERICO (mercato), poi siamo passati a un concetto SPECIFICO (NICCHIA), ora siamo passati alla SPECIALIZZAZIONE DEL CONCETTO SPECIFICO: il SEGMENTO, ovvero l’unità minima di un mercato, ciò che compone un mondo macroscopico (mercato).

Pensa alla natura: abbiamo la materia, gli atomi e le particelle subatomiche (Materia > Atomi > Protoni, elettroni, neutroni). Applica questo modello mentale anche al mercato, funziona allo stesso modo.

Facciamo degli esempi su base reale (segui questa gerarchia Mercato > Nicchia > Segmento):

  • Finanza & Denaro > Immobili > Case in affitto per pensionati
  • Tecnologia > Telefonia > Smartphone Samsung sotto i 500€
  • Salute > Medicina > Farmaci per insufficienza cardiaca
  • Relazioni > Matrimonio > Servizi di ristorazione per Matrimoni
  • Bellezza > Cura della pelle > Creme per acne e brufoli
  • Informazioni > Istruzione > Corsi, eventi e formazione universitari

Ecco un’immagine esplicativa…

trovare nicchia di mercato specifica e redditizia

I segmenti delle nicchie di mercato hanno delle caratteristiche fondamentali che né le nicchie e né i mercati posseggono:

  • Sono le unità fondamentali del mercato in cui Domanda e Offerta si incontrano naturalmente e efficientemente;
  • I segmenti di mercato compongono le nicchie che hanno fatto nascere/crescere i grossi mercati, senza segmenti nulla di tutto ciò sarebbe esistito/cresciuto;
  • I grandi mercati crescono grazie alla crescita/stabilizzazione/affinità dei segmenti.

Quindi parlare di mercato quando si vuole scegliere un settore in cui operare è sbagliato, bisogna rifarsi a qualcosa di specifico, microscopico.

Poni a te stesso queste due domande

1// Su cosa vuoi basare il tuo business online (blog, sito web, ecommerce, funnel, canale youtube ecc) se ti stai riferendo a un concetto generico?

2// Come costruirai il tuo personal brand e come imporrai la tua figura autorevole/esperta su un concetto generico?

Ti rispondo: non puoi fare tutto ciò senza qualcosa di specifico.

Pensa che anche il mondo del lavoro e dell’imprenditoria ricercano figure specializzate, tutto il mondo è cambiato grazie a questo concetto.

Questo perché le figure specializzate (sia nel mondo del lavoro, sia nell’imprenditoria) attirano più clienti, hanno più successo, si focalizzano sulla loro missione e la portano a termine, realizzano contenuti verticali in modo da influenzare direttamente il loro pubblico interessato a quell’argomento e diventano quindi guru/opinion-leader di quel settore.

Pensi che Amazon abbia avuto successo imponendosi all’inizio come leader su tutto il mercato dell’eCommerce?

No! All’inizio Amazon vendeva libri con successo, col passare del tempo si è evoluta colpendo altri segmenti e poi si è imposta come Leader online grazie a investimenti, finanziamenti, pensiero espansivo, marketing strategico e assunzione di personale specializzato per far avvenire tutto ciò.

Esiste una grande verità

Le persone si fidano e amano figure specializzate.

Perché scegliere una Nicchia Specifica è fondamentale?

Ho riassunto in cinque titoli il perché trovare una nicchia di mercato specifica sia così importante:

Il tuo Ecosistema di Marketing e la tua comunicazione funzioneranno alla grande

Questo concetto devi tenerlo in cima rispetto a tutti gli altri pensieri nella tua mente.

Combinare un Ecosistema di Marketing a una Nicchia Specifica porterà innumerevoli vantaggi, ma fondamentalmente questi:

  • Le entrate aumentano vertiginosamente
  • Puoi vendere a prezzi elevati
  • Il tuo Business durerà a lungo
  • La tua comunicazione sarà diretta e molto efficiente
  • Il tuo ecosistema di marketing sarà duro a morire e sarà più facile scalarlo

Mettiamo caso che tu scelga il segmento di mercato: Appuntamenti e Fidanzamento nel mercato delle Relazioni. Con l’obiettivo di di aiutare gli incapaci.

Quindi aprirai il tuo blog in cui scriverai articoli su questo argomento, e parlerai di: come comportarsi al primo appuntamento, come parlare a una ragazza, come diventare il maschio alpha, come scrivere a una ragazza in chat e molto altro.

All’improvviso ti viene la brillante idea di iniziare a fare video su Youtube riguardo questi argomenti.

…. E poi deciderai di creare il tuo corso e di organizzare degli eventi.

Bene…Dopo 5/6 mesi di lavoro hai creato un ecosistema solido di marketing, hai definito gli interessi delle persone, hai creato un prodotto per bisogni specifici delle persone, organizzerai degli eventi per nutrire l’attenzione dei tuoi seguaci verso il tuo personal brand e hai lavorato su di esso

Il soggetto che ha creato questo business (seguendo una struttura simile) HA SUCCESSO NEL 99% dei casi.

Questo perché il soggetto:

  • Ha realizzato un sistema di Marketing basato su contenuti che si rivolgono esclusivamente a un pubblico specifico: incapaci
  • Ha creato un corso adatto a quel pubblico: incapaci
  • Organizza eventi per quel pubblico nutrendolo di valore e informazioni
  • Con tutto questo ha costruito e dato valore al suo Personal Brand/Brand posizionandolo come un’esperto sul mercato delle Relazioni > Appuntamenti e Fidanzamento > Incapaci di approcciare una ragazza

Dato che il marketing si basa principalmente sul dare e vendere a un pubblico specifico/nicchia specifica ciò che vuole persuadendolo, manipolandolo e nutrendolo, non puoi pensare di usare lo stesso ecosistema di marketing con altri pubblici/nicchie specifiche diverse o usare lo stesso ecosistema per un’intero mercato.

Semplicemente perché il marketing deve essere congruente con la nicchia/segmento che stiamo colpendo.

Quindi poi seguono tutti i benefici che ti ho elencato prima, proprio perché comprendiamo i bisogni di quelle persone e sappiamo come vendere, cosa vendere e come nutrirle con i giusti contenuti per imporci come figura esperta.

Inoltre devi capire che le figure specializzate possono vendere a prezzi molto elevati, proprio perché le loro competenze sono verticali in quel settore (quindi sono più affidabili) e possono soddisfare il cliente appieno per quel bisogno.

Conta la percezione!

Ora capisci perché bisogna partire da qualcosa di specifico?

Puoi battere i Competitors con più facilità

I vincenti dicono:

Dove c’è competizione c’è mercato

Invece, i perdenti dicono:

I mercati competitivi sono inaccessibili.

I primi hanno capito che è possibile specializzarsi in un mercato competitivo per vincere e quindi battere la competizione, i secondi invece pensano che sia impossibile accedervi.

La prima visione riesce a vedere che un mercato ha una composizione gerarchica, quindi si hanno mille opportunità, la seconda vede solo la parola MERCATO, senza capire un’accidente di come entrarci.

Atteniamoci a questa enorme verità:

Le persone specializzate in un settore hanno la meglio sui colossi (competitor). Quindi battono senza problemi la competizione.

Per esperienza personale posso confermarti che più la tua figura sarà specializzata, più la competizione non sarà più un problema per te.

Questo perchè:

  • Le persone si fidano di una persona specializzata
  • Potrai importi come figura autorevole più facilmente
  • Sarà più facile realizzare contenuti di valore per attirare nuovo pubblico, fidelizzarlo e nutrire quello già esistente nel tuo settore
  • Puoi vendere a prezzi elevati e sfatare il mito che il prezzo dei tuoi prodotti/servizi dipenda la mercato ma dalla tua specializzazione, esperienza, conoscenze e competenze.

Conosci l’esempio del medico che sa tutto di tutto e che conosce tutti i farmaci e del medico specializzato?

Mettiamo caso che una persona abbia un problema cardiaco.

Secondo te, questa persona pagherà una seduta dal medico generalista o dal cardiologo (quello specializzato)?

Ovviamente non farà altro che recarsi dal cardiologo!

Proprio perché il cardiologo è una figura specializzata, quindi ha la soluzione per quel determinato problema che affligge il cliente e questo si fida molto di più di questo medico che di altri.

Lo stesso ragionamento puoi applicarlo per altri business per battere i tuoi competitor.

Ti faccio un’altra domanda: se davanti a questo cliente si presentasse un semplice cardiologo e un’altro con uno studio super attrezzato chi sceglierà? La risposta già la sai.

Costruire il tuo Personal Brand e posizionarti come “esperto” non sarà un’impresa

Questo è un’altro punto importantissimo.

In questo articolo non parlerò di “Come costruire un Personal Brand“, ma come questo abbia un’impatto fortissimo all’interno della tua nicchia specifica.

Ma che cacchio è un Personal Brand? Non è altro che un Marchio Personale, che si rifà a una persona e non necessariamente a un’oggetto e nasconde tantissime qualità. come la reputazione.

Il Personal Brand è un qualcosa che si costruisce col tempo, scegliendo una nicchia specifica semplificherai moltissimo questo processo e farai buona parte del lavoro.

Un vero Personal Brand, uno costruito bene, con innovazione, visione e passione senza copiare gli altri farà un’enorme differenza in un mare di scopiazzamenti all’interno della tua nicchia specifica o segmento di mercato.

Ristagnare in una nicchia piena di venditori uniformati è noioso ma è un’opportunità per te, quindi costruire il tuo Personal Brand forte e duraturo significa anche FARE MOLTA DIFFERENZA.

Una bella ragazza con molti ragazzi attorno, sceglierà quello alpha o il solito morto di figa? Beh, sceglierà sicuramente la prima opzione. Lo stesso esempio vale all’interno di un mercato.

Un buon Personal Brand va a braccetto con l’Opinion-Leading, ovvero una persona o un Leader che influenza un pubblico attraverso le idee, comportamenti, opinioni e scelte.

La base dell’Opinion-Leading di un politico quale potrebbe essere? Il seguente: Abbasseremo tutte le tasse e formeremo un governo molto più efficace di quello precedente!

…E i cittadini: Siii, Forza! Rivoluzione! Guerra!

Quella di un eCommerce?…Eccola: ti spedisco il pacco il giorno dopo, perchè il nostro servizio è eccellente. E i clienti: Oh che figo, voglio questo domani!

Quella di un Fashion Blogger?...Eccola qui: Ragazzi, ho scoperto una linea di vestiti super fashion e ve ne parlerò nei prossimi mesi tramite video. I followers: Madonna, non vedo l’ora!

Tutto questo “Influenzare le persone” tende ad accrescere in noi la figura dell’Opinion-Leader che costruisce anche il nostro Personal Brand. Questo perché conta moltissimo la PERCEZIONE DELLE PERSONE.

Negli esempi che ti ho fatto prima le persone sentono e percepiscono EMOZIONI che li colpiscono e vedono la tua immagine come un qualcosa da seguire, un Brand.

Definendo questi due elementi è possibile (nella tua nicchia specifica):

  • Influenzare una mole di pubblico piccola, media o grande;
  • Vendere a maggior prezzo i tuoi prodotti o servizi;
  • Creare un movimento, community o membership di alto livello.

Ricorda sempre questo: più la tua nicchia è specifica più sarà facile costruire la tua reputazione online (sinonimo di Personal Brand).

Riduci drasticamente le probabilità di fallire

Evitando di scegliere più nicchie o una sfilza di nicchie ridurrai drasticamente le probabilità di fallire…Vuoi sapere il perché?

Semplicemente perché specializzandoti in una sola nicchia non solo godrai di tutti i benefici di cui ti parlavo prima, ma potrai puntare tutte le tue risorse su un unico obiettivo di business ed estrarre il meglio da esso.

L’unica risorsa interna che ha l’essere umano per gestire un business (ma anche molte altre attività quotidiane), sia online sia offline, è il focus, ossia la concentrazione.

Allo stesso modo potrai gestire tutte le tue risorse esterne (marketing, software, social, collaborazioni, clienti ecc.) puntandole su un unico business.

Chi ha molto successo nel business online sceglie una nicchia specifica e lavora su di essa ogni singolo giorno, senza distrarsi guardando altre opportunità, nicchie o business.

Capisci che non ha senso scegliere tante nicchie diverse, saltare da una nicchia a un’altra o essere troppo generici nella sua scelta?

Equivale a sforzarsi tantissimo, dissipando tante energie, ottenendo pochissimo.

Quindi scegli bene la tua nicchia, concentrati su di essa e porta a casa i risultati!

Fondamentalmente non puoi piacere a tutti

Questa però te la faccio brevissima…

La percezione di una figura all’interno di un mercato può portarti persone che ti amano e persone che ti odiano. Questo è normalissimo, deve accadere e NON devi sperare che accada il contrario.

Ci sarà sempre una polarizzazione del mercato o del pubblico verso un forte Personal Brand.

Qui c’è il divario tra chi AMA VERAMENTE LA TUA IMMAGINE e chi la disprezza. Tu devi concentrarti sul primo segmento, influenzarlo e alimentarlo e gestire il secondo.

Non pensare nemmeno di poter scegliere tutte le nicchie o assumere comportamenti strani per avere il consenso di tutti.

Altrimenti non puoi costruire il tuo Personal Brand e avrai un’influenza bassissima verso il tuo pubblico.

Non aver paura di avere Haters, non è segno di un brutto lavoro, fa parte del gioco.

Pensa che ci sono Youtubers, Influencer e Blogger con una bella di fetta di pubblico che li odia ma un’altra di seguaci sfegatati, questi hanno un’ottimo Personal Brand e un’ottima posizione nel mondo dell’Opinion-Leading.

Ricorda…

scegli la tua nicchia specifica, non puoi piacere a tutti

“Se il tuo obiettivo è quello di piacere a tutti non provare ad essere un Leader, inizia a vendere gelati”

— Steve Jobs

Trova la tua Nicchia di Mercato Specifica e Redditizia grazie a questi 4 Step

Eccoci qua, la sezione di questo articolo che tutti aspettavano.

Mike, ma come cacchio si sceglie questa benedetta nicchia specifica e redditizia?

Il bello di questo articolo è che puoi scegliere un singolo step per trovare la tua nicchia o fare una combinazione di 2 o più step. Scegli tu!

Quindi, ecco i 4 step per trovare la tua nicchia di mercato

Identifica un tuo interesse o una tua passione che abbiano un giro d’affari

Michele, ma non mi avevi detto che seguire le proprie passioni sia una cosa stupida?

Certo è stupido quando:

  • Parli solo ed esclusivamente dei fatti tuoi
  • La tua passione/il tuo interesse non è riconducibile a un mercato con un giro d’affari e persone interessate

Invece, se la tua passione corrisponde a una nicchia che abbia un giro d’affari, altri venditori (quindi c’è competizione), persone interessate a quell’argomento o che comprano i prodotti in quel settore allora parliamo di altro. In questo caso la tua passione può trasformarsi in un business.

[ESEMPIO] Se sei appassionato di palestra/sollevamento pesi, potresti iniziare a registrare le tue sessioni in palestra dando consigli a chi ne sa meno di te e magari aiutare anche le persone che hanno bisogno di allenarsi. Questo è un’esempio di passione monetizzabile perché ha un fondo d’interesse, giro d’affari e prodotti che potresti vendere (programmi di allenamento, integratori, attrezzatura per la palestra)…

Michele, ma come faccio a capire se la mia passione corrisponde a una nicchia di mercato redditizia? Semplice, segui il punto successivo!

Esegui una ricerca di mercato approfondita

Un’altro esempio per poter scegliere una nicchia di mercato specifica e redditizia è la ricerca di mercato. Una tecnica estremamente efficace che puoi seguire partendo da zero o da una tua passione/interesse.

Per poter eseguire una ricerca di mercato segui questi step:

  1. Identifico un grosso mercato che mi interessa/appassiona
  2. Prendo quel mercato e lo scompongo in nicchie
  3. Possibilmente, prendo quelle nicchie e le divido ulteriormente in segmenti
  4. Mi assicuro che ci siano dei competitors e verifico la presenza di interessi, prodotti e parole chiave

[>>1//] Prima di tutto scelgo un grosso mercato da cui partire, per poter eseguire una ricerca ho bisogno dell’incognita (il mercato di partenza). Prima, ti ho elencato 6 grosse industrie, eccole qui:

  • Finanza/Denaro
  • Tecnologia
  • Salute
  • Relazioni
  • Bellezza
  • Informazioni

Per non sbagliare a scegliere ti consiglio di partire da un mercato che ti interessa/appassiona o nel quale hai avuto esperienza lavorativa.

Fatto? Proseguiamo!

[>>2//] Dato che non puoi ricoprire un’intero mercato in cui girano miliardi e soddisfare milioni di persone in un colpo solo devi necessariamente specializzarti, quindi prendi carta e penna e fai un Brain Storm del mercato che hai scelto cacciando fuori più nicchie possibili ricercando su internet o pensando.

Quindi se hai scelto, ad esempio, il mercato della salute il risultato dovrebbe essere questo:

trovare nicchia di mercato profittevole

Ora che hai il tuo brainstorm potresti già iniziare a lavorare su una di queste nicchie, ma risulterebbe ugualmente faticoso creare contenuti e fare marketing per tutti i segmenti che ogni nicchia racchiude.

Quindi eleviamo il brainstorm verticalizzandolo cercando di trovare figure ancor più specializzate…(nel prossimo punto)

[>>3//] Perfetto, adesso prendi il tuo foglio e cerca di andare in fondo tra le nicchie di mercato. Per fare ciò puoi ricercare su internet le figure specializzate o ripescandole dalla nostra società.

Ecco l’estensione della mappa di prima.

nicchie specifiche profittevoli

Adesso tutto è più chiaro, ogni nicchia ha il suo segmento di mercato ed è qui che deve nascere il tuo business (sia online, sia offline).

Ricorda che la tua nicchia specifica definisce il set di contenuti da creare per vendere per attirare traffico e aiutare le persone.

Che contenuti creeresti per un mercato generico? Ti perderesti in un mare d’informazioni senza capirci una mazza!

Puoi aiutare le persone efficacemente e avere successo essendo generalista? No!

[>>4//] Ho distaccato l’ultimo punto importante da questo paragrafo riportando il contenuto sotto il titolo successivo. Trovi tutto qui sotto!

Verifica la presenza di Competitors, Interesse, Parole chiave e Prodotti

Una nicchia di mercato specifica che sia redditizia deve assolutamente avere questi quattro elementi:

  • Competitors
  • Interesse
  • Parole chiave
  • Prodotti

[Questi sono fattori strettamente legati fra loro!]

Dove c’è competizione c’è mercato e possibilità di emergere, differenziarsi e innovare alla grande, dove ci sono i competitors c’è molto interesse, parole chiave molto ricercate e tanti prodotti da vendere.

Quindi iniziamo a capire come sia possibile individuarli all’interno di una nicchia di mercato specifica.

//1 >>> Presenza di competizione/competitors.

…Ricordi il detto di prima:

I vincenti dicono:

Dove c’è competizione c’è mercato

Invece, i perdenti dicono:

I mercati competitivi sono inaccessibili.

Ecco, devi verificare che nella tua nicchia specifica ci sia una competizione bassa/media o alta, mai pari a zero.

I mercati competitivi sono aree in cui puoi cacciare il meglio di te stesso attraverso il tuo Personal Brand, ecosistema di Marketing, contenuti, prodotti, e Opinion-Leading. Potresti non essere d’accordo, ma secondo la mia esperienza è così!

Certo, ogni mercato competitivo ha una sua barriera d’ingresso, ma non è questo il punto. Per poter accedere in un mercato competitivo e avere successo bisogna scegliere un suo segmento o nicchia specifica e verificarne la competizione. Ricordalo sempre

Quelli competitivi sono zone verdi perché confermano anche la presenza degli altri elementi: interesse, parole chiave e prodotti.

Quelli NON competitivi (pari a zero si intende!) sono zone rosse con scarsa o nulla possibilità di guadagnare, misera possibilità di creare contenuti che attirino fette di pubblico più o meno interessanti per monetizzare e altri svantaggi.

Mentre, i mercati a bassa o media competizione sono una buona via di mezzo (delle zone gialle tendenti al verde) perchè presentano interesse, parole chiave e prodotti.

Quindi, per verificare la presenza di questi competitors all’interno di una nicchia specifica devi tener conto di questi fattori:

  • Presenza di INSERZIONISTI
  • E conseguentemente, presenza di altri venditori (Blog, eCommerce, Siti Web, Funnel, Landing Pages ecc.)

Come si fanno a intercettare degli INSERZIONISTI? Semplice, puoi farlo per via manuale o automatica tramite software.

Questi soggetti investono su piattaforme come Google, Instagram e Facebook per lanciare le loro campagne pubblicitarie.

Quindi, per poter spiare le campagne pubblicitarie di questi inserzionisti via software puoi affidarti a queste due opzioni:

Dato che non potrai usare questi programmi nel lungo termine ti consiglio di ricercare!

Quindi puoi benissimo andare su Google e scrivere keyword correlate alla tua nicchia, come ad esempio:

  • Consulente [nicchia]
  • Centri [nicchia]
  • Vendita [nicchia]
  • Blog su [nicchia]
  • e così via…Semplicissimo! In questo modo troverai inserzionisti e venditori, consulenti, blogger, ecommerce e altri competitors in base alla tua nicchia.

Nella barra di ricerca (N.1) ho inserito una parola chiave. Tra i risultati di ricerca troverai quasi sempre degli inserzionisti, ovvero dei risultati contrassegnati con la scritta “Annuncio” in alto a sinistra (N.2).

Ovviamente, quelli senza la scritta “Annuncio” non sono altro che blog, piattaforme, ecommerce, siti web (N.3) eccetera eccetera. Nel mio caso sono apparsi dei Blog molto rilevanti per questa parola chiave (“migliori proteine in polvere“).

La ricerca su Google è estremamente efficace per verificare la presenza di inserzionisti e piattaforme.

[PRO TIP] Per ricerche ottimali ti consiglio di navigare in incognito! In questo modo le tue ricerche passate non influiranno sui risultati desiderati.

[NOTA BENE] La ricerca con Google è sufficiente per avere un quadro d’insieme della competizione

Puoi fare lo stesso su Facebook.

Questo social network è dotato di un motore di ricerca che ti permette di ricercare attraverso delle parole chiave post, persone, marketplace, pagine, video, foto e gruppi.

Per poter spiare i Competitors devi focalizzarti sulle pagine Facebook.

Prendiamo come esempio la parola chiave “Proteine in polvere” (N.1).

Seleziona la voce “Pagine” sulla sinistra (N.2). Eventualmente potresti applicare dei filtri per una ricerca specifica (N.3).

Sul riquadro principale (N.4) troverai le pagine ricollegate alla parola chiave che hai ricercato.

[ATTENZIONE] Può capitare che Facebook non restituisca i risultati sperati dopo una ricerca (poche pagine/nessun risultato), in questo caso devi fare la ricerca PRIMA SU GOOGLE e una volta che hai trovato le piattaforme (blog, ecommerce, siti web) dei tuoi competitors puoi trovare le pagine social da esse.

Quindi, prendiamo come esempio “MyProtein“.

nicchia profittevole e competitors
nicchia profittevole e competitors

[NOTA BENE] Alcune pagine facebook hanno la sezione Pagine correlate da cui scovare altri competitors!

Quindi scorri in basso, individua il titolo “Trasparenza della pagina“, clicca sulla scritta “Mostra tutto“.

Si aprirà un pop up, scorri in basso e troverai un titolo: “Inserzioni pubblicate da questa pagina“, quindi clicca sul pulsante “Accedi alla Libreria inserzioni“.

nicchia di mercato profittevole e competizione

Ecco qua. Questa è la pagina in questione. Vengono mostrati i nomi utente delle pagine Facebook e Instagram (se è stata creata). In più vedrai il corrispondente contatore di likes/followes.

nicchia di mercato profittevole e competitors

Scorrendo in basso troverai tutte le inserzioni o campagne pubblicitarie di questa pagina. Utile no?

Ovviamente ci sono pagine che mettono la propria pagina visibile e altre no, in quest’ultimo caso non sarà possibile accedere alle inserzioni direttamente dalla pagina come ti ho mostrato poco fa.

Quindi, dovrai accedere alla libreria di tutte le campagne pubblicitarie di Facebook delle pagine disponibili tramite il pulsante sottostante.

spiare competitors pubblicità in nicchie profittevoli

Da qui ti basta inserire il nome utente della pagina Facebook o Instagram della pagina che vuoi analizzare.

nicchia di mercato profittevole

Ad esempio su Instagram ho trovato la pagina di “Planet Fitness”, ero interessato delle campagne pubblicitarie della pagina quindi ho usato la libreria di Facebook per vederle.

Questa operazione puoi farla per qualsiasi pagina di Facebook o Instagram per spiare le campagne pubblicitarie.

Ovviamente gli studi sui competitors puoi farli anche su altri social come Youtube e Twitter. Io ti ho mostrato i metodi più efficaci.

Lo studio della competizione non è per perdere tempo o per copiare spudoratamente ma per:

  • Vedere cosa fanno i competitors per individuare i contenuti più richiesti, non per copiarli ma per ricostruirli secondo le nostre ricerche, studi e esperienze;
  • Differenziarsi dalla massa di competizione mettendo in campo prodotti/servizi nuovi o migliori e per costruire il proprio Personal Brand/Brand;
  • Capire quali sono i prodotti più richiesti, gli interessi delle persone e i loro bisogni;
  • Analizzare e apprendere le strategie di online marketing e content marketing di molteplici pagine/aziende di piccole/medie/grosse dimensioni per capire cosa funziona e cosa no (mettendo in pratica queste strategie o prendendo spunto da esse, che non significa copiare, ma apprendere).

//2 >>> Individua degli interessi.

Individuare e studiare gli interessi delle persone verso una determinata nicchia è molto importante per:

  • Fare una previsione sulla fluttuazione di quell’interesse
  • Comprendere la grandezza dell’audience e l’impatto di quella nicchia
  • Capire se si tratta di una nicchia evergreen o di un trend destinato a morire.

Lo strumento offerto da Google: Google Trends, sarà il protagonista di questo paragrafo e ci aiuterà a studiare gli interessi delle persone nei confronti di una nicchia.

Ora non devi fare altro che inserire una parola chiave o più inerenti alla tua nicchia.

Facciamo un’esempio nella nicchia della “Nutrizione e Integratori

Su Google Trend ho inserito la parola chiave “Integratori” ed ecco l’interesse delle persone nei confronti di questa nicchia in Italia (ti uscirà un grafico uguale a quello sottostante).

Come vedi l’interesse è sempre vivo durante tutto l’anno. Non è un trend, è una nicchia EVERGREEN, ovvero quella nicchia con un’interesse che non si spegne mai nel corso di un’anno e che non è caratterizzata da trend momentanei o interessi legati a periodi stagionali/festivi.

Grazie a Google Trend è possibile anche confrontare più interessi alla volta, per cui scomponiamo la nicchia Integratori in segmenti di mercato

Integratori -> (proteine in polvere, sali minerali, vitamine, snack ecc.)

In questo caso ho scomposto la nicchia in quattro segmenti che posso analizzare su Google Trend.

Ho inserito queste parole sul programma ed ecco il risultato (se non riesci a inserire più parole chiave ti basta cliccare sul riquadro affianco alla parola già inserita e premere il tasto invio per confermare)

Questo grafico mi dice che le persone sono più interessate alle vitamine piuttosto che al resto dei termini inseriti.

Quindi potresti benissimo scegliere come nicchia specifica il settore delle vitamine, ma attento, anche se è il settore con più interesse non è detto che non potresti scegliere il settore degli snack, sali minerali o proteine in polvere.

Sono tutte nicchie EVERGREEN e se dovessi analizzarle singolarmente vedresti che tutte hanno un interesse forte. Quindi è il caso di scegliere.

Google Trend ti da anche la possibilità di studiare gli interessi per regione all’interno di uno stato. Ad esempio, questo qui sotto è il grafico per regione riguardo la ricerca che ho effettuato prima:

Non baso mai la scelta della nicchia sul numero di regioni interessate, ma prendo in considerazione questo dato per capire se sto in una nicchia di basso/medio/forte interesse.

studiare gli interessi in una nicchia di mercato

Google trend ti permette di ricercare i dati che ti interessano in base a quattro parametri.

  1. ) Puoi scegliere l’interesse da analizzare in base al paese;
  2. ) Hai la possibilità di studiare l’interesse delle persone in base a un segmento di tempo (12 mesi, ultimo mese, ultima ora e così via…);
  3. ) Scegli la categoria da analizzare in base alle parole che hai inserito (io ti consiglio di lasciare l’opzione sempre su “Tutte le categorie” per avere una visione d’insieme);
  4. ) L’ultima opzione ti permette di studiare gli interessi in base alle ricerche su Google, alle immagini, alle notizie o ai prodotti, oppure puoi studiare questi interessi in base alle ricerche degli utenti su Youtube.

[NOTA BENE] Se c’è interesse significa che c’è mercato, quindi ci sono competitors!

//3 >>> Effettua una Keyword Research (ricerca delle parole chiave).

Questo è un’altro step fondamentale per effettuare ricerche di mercato.

Adesso è il momento di studiare gli intenti di ricerca delle persone, quindi cercare quelle PAROLE CHIAVE (KEYWORD) che le persone digitano spesso e che si rifanno alla tua nicchia.

Il primo strumento OBBLIGATORIO è senz’altro il Keyword Planner di Google Ads. Quindi accedi a Google Ads con il tuo account Google e dalla voce in alto a destra intitolata “Strumenti e impostazioni” dirigiti su “Strumento di pianificazione delle parole chiave

alla ricerca di nicchie profittevoli con google

Quindi clicca sul riquadro intitolato come “Individua nuove parole chiave“.

trovare nicchie di mercato profittevoli con le parole chiave

Da qui puoi “dare a Google” una tua idea di parola chiave per studiarne la competizione, ricerche e andare oltre la parola chiave inserita per trovare altri suggerimenti.

Ad esempio io ho inserito la keyword “voli per bali“.

ricercare mercato profittevole con google ads

Al punto numero 1 compare la parola chiave che ho inserito (volendo potrei inserirne altre per coprire più intenti di ricerca). Al secondo punto troverai una barra orizzontale al cui interno sono raggruppate le parole chiave consigliate correlate a quella che hai inserito.

Sotto (punto numero 3) troverai il contatore delle parole chiave che Google ha trovato per te prendendo in considerazione quella/quelle che hai inserito.

Ancora più sotto troverai la lista di tutte le keyword trovate da Google, a sinistra avrai la parola chiave e a destra il numero di ricerche mensili per quella keyword.

Affianco a questa lista troverai uno strumento per migliorare la ricerca della parole chiave (N.5), ma per evitare di complicare il tutto puoi anche ignorare questa sezione, puoi tranquillamente affidarti alla ricerca diretta.

Ora ti starai chiedendo: Michele, ma a cosa serve tutto questo?

Mettiamo caso che tu abbia scelto il settore dei viaggi e ti stai focalizzando sui viaggi verso l’Asia, lo strumento in questione ti serverà per comprendere e studiare cosa ricercano le persone su Google per determinate keyword (intenti di ricerca).

Nel mio caso volevo sapere quali keyword fossero più ricercate per i viaggi a bali, quindi ho inserito un’ipotetica keyword nella strumento e Google mi ha dato moltissimi spunti.

Ad esempio io potrei scrivere degli articoli prendendo in considerazione ogni singola parola chiave molto ricercata o mediamente ricercata mostrata dallo strumento.

Quindi lo scopo principale di questo strumento è aiutarti a capire quali keyword sono ricercate su Google (chi più/chi meno) per costruire il tuo articolo sul tuo blog (ogni articolo deve concentrarsi su una parola chiave) o lanciare campagne pubblicitarie su Google Ads.

Detto ciò, grazie alle parole chiave non solo potrai costruire il tuo articolo basandoti su di esse ma potrai anche comprenderne la competizione e gli interessi delle persone.

Le parole chiave molto ricercate sono un’indicatore di forte interesse, quindi molti blogger ci si butteranno sopra per colmare questa domanda, per cui queste keyword sono competitive (più o meno).

Tieni a mente questo:

  • 0 – 10 ricerche mensili (interesse bassissimo/nullo)
  • 10 – 100 ricerche mensili (basso interesse)
  • 100 – 1000 ricerche mensili (medio interesse)
  • 1000 – 10 000 ricerche mensili (medio interesse)
  • 10 000 – 100 000 ricerche mensili (alto interesse)
  • 100 000 – 1 mln ricerche mensili (interesse molto alto)
  • 1 mln – 10 mln ricerche mensili (interesse altissimo)

Non aprirei mai un blog sul primo/secondo fascio di parole chiave (sarebbe uno spreco assurdo di energie). Piuttosto mi focalizzerei sul medio interesse per poi sfociare sull’alto interesse per scrivere i miei articoli.

Con questo strumento puoi anche studiare le parole chiave di un competitor usando il suo dominio. Vediamo come fare.

Dovrai trovare il dominio di un competitor nella tua nicchia e inserirlo nell’apposita barra di ricerca. (ricorda di selezionare la voceINIZIA CON UN SITO WEB“)

Ti consiglio di selezionare l’opzione “Utilizza l’intero sito” per un’analisi completa.

Nel settore dei viaggi un mio competitor protebbe essere provarciegratis.com, quindi ho inserito il dominio e poi vedrò le parole chiave che utilizza.

Un’altro strumento che potresti utilizzare per la ricerca delle parole chiave è Keywords Everywhere. Si tratta di un’estensione per il browser Google Chrome.

Questa estensione ti mostrerà tutte le parole chiave correlate in base a ciò che troverai su Google.

Se ad esempio dovessi cercare su Google la parola “viaggi bali” lo strumento mi mostrerebbe tutte le keyword correlate (sulla destra) a quella che ho inserito dandomi tantissimi spunti. Utile, no?

//4 >>> Dai la caccia a prodotti e servizi.

Che senso ha pensare di poter avere successo in una nicchia senza vendere nulla? Non ha nessun senso!

Il primo metodo per verificare la presenza di prodotti o servizi è vederli da altri venditori. Al punto uno ti ho parlato di come spiare i tuoi competitors, ecco, da loro puoi vedere la mole di prodotti/servizi che vendono.

Il secondo metodo riguarda la ricerca di programmi di affiliazione o di dropshipping nella tua nicchia.

Quindi, se ad esempio ti trovi nella nicchia dei viaggi potresti ricercare su Google la parola:

Affiliazione viaggi

verificare affiliati su nicchie profittevoli

Da qui troverai blogger che parlano di programmi di affiliazione riguardo i viaggi o aziende che offrono il loro programma per affiliati.

Ad esempio dei programmi di affiliazione sui viaggi potrebbero essere Booking o Expedia.

Quindi per la tua nicchia dovrai ricercare:

Affiliazione {il nome della tua nicchia}

Nel caso volessi verificare la presenza di prodotti da vendere su un ecommerce devi ricercare:

Dropshipping {il nome della tua nicchia}

Ovviamente se ti è venuto in mente di vendere servizi (e non prodotti) come una consulenza o delle coaching private potresti ricercare su Google (ad esempio):

consulenza immobiliare

Per poi verificare i competitors che vendono quel servizio e prenderne spunto.

Quindi per verificare la presenza di competitors che vendono servizi devi ricercare su Google:

  • Consulenza {il tuo settore}
  • Corsi {il tuo settore}
  • Coaching {il tuo settore}

Ricorda che se ci sono aziende che offrono programmi di affiliazione o dropshipping significa che c’è mercato, interesse e parole chiave da usare per realizzare degli articoli a riguardo. Nessuna azienda seria offrirebbe questi servizi in un mercato in cui non c’è nessuno di questi elementi chiave.

Vendi una competenza che hai già acquisito sul mercato

Hai esperienze pregresse nel settore del marketing, programmazione, modellazione 3D o altro?

Sei un’avvocato, farmacista, personal trainer, medico…?

Potresti usare la tua esperienza o qualifica per vendere online, quindi ciò che hai imparato nel passato diventa la tua nicchia.

Le tecniche che ti ho mostrato prima potresti utilizzarle per verificare concretamente la presenza di competitors nel tuo settore o scovare quegli interessi/parole chiave per realizzare dei contenuti per vendere prodotti/servizi.

Scova un Trend di mercato

Personalmente non considero questa tecnica “ottimale” per trovare una nicchia perché i trend tendono a spegnersi o morire.

Un’esempio di Trend di mercato potrebbero essere i fidget spinner.

Grazie a questo grafico (preso da Google Trend) puoi vedere e comprendere la vita di un trend di mercato.

I venditori di fidget spinner hanno venduto tantissimo nel picco massimo tra il 30 aprile e il 6 maggio del 2017 ma poi l’interesse è venuto giù nei mesi a seguire fino ad appiattirsi, quindi non hanno venduto più…(scommetto che tu non vorresti fare la stessa fine 🙂 )

Piuttosto che inseguire i trend e scomparire nel mercato nel giro di settimane potresti focalizzarti su un mercato in crescita (le cosiddette nicchie o mercati emergenti) e stabile nel tempo.

Ecco un’esempio:

L’argomento “Ecommerce” su Google Trend presenta una stabilità negli ultimi 5 anni, quindi l’interesse non si è mai appiattito, ed è anche in crescita da come puoi vedere (ultimo segmento della linea).

In questo caso, i consulenti di marketing per ecommerce o gli ecommerce manager avranno registrato più vendite a partire da marzo 2020 e negli anni precedenti hanno apprezzato un flusso di clienti stabile e non morente, proprio perché l’interesse era vivo.

Ecco altri casi di mercati emergenti e in crescita:

In ogni caso se non hai ancora capito cosa fare studia, partecipa a eventi, leggi dei libri o segui un corso su un’argomento che potrebbe interessarti/appassionarti.

In alternativa puoi consultare il mio articolo in cui elenco più di 200 nicchie di mercato profittevoli e in quell’articolo troverai anche una sorpresa, un piccolo bonus per tutti i lettori appassionati:

200 Nicchie di Mercato Profittevoli | Lista

Come avere successo nella tua Nicchia

In questo articolo non tratto di questo argomento, ne parlerò in un’altro, ma voglio comunque stimolarti illustrandoti brevemente questi sei pilastri per avere successo nella tua nicchia.

1. Ricorda che dal tuo settore specifico derivano i tuoi contenuti (ad esempio, se hai scelto la nicchia “Relazioni > Appuntamenti” dovresti già sapere che tipo di articoli dovresti scrivere per quel settore, un’articolo potrebbe essere “Come concludere in bellezza il primo appuntamento” e così via, i tuoi contenuti derivano sempre dalla tua nicchia!).

2. Non copiare i tuoi competitors anche se offri un servizio dello stesso argomento (piuttosto crea un prodotto migliore e avanzato!).

3. Non avere paura di investire denaro (vuoi esporti maggiormente per portare a casa più risultati? Bene, puoi iniziare a investire in pubblicità a pagamento!).

4. Impara ad espanderti (stai realizzando articoli per quanto riguarda la nicchia degli “integratori vitaminici“? Bene, una volta che hai sfondato in quella nicchia con contenuti di qualità potresti anche colpire una nicchia adiacente, come ad esempio: “proteine in polvere).

5. Che problema risolve il tuo business (è importante definire il problema che andrai a risolvere nella tua nicchia, il tuo obiettivo per fare business online. Potresti aiutare le persone a perdere peso, potresti creare un corso per la crescita personale o per aiutare le persone a gestire il denaro…Insomma, definisci questo problema da risolvere all’interno della tua nicchia!)

6. Impara a posizionarti come esperto nella tua nicchia (acquista dei corsi, leggi tanti libri nel corso dei mesi, vedi tanti video e fai pratica…Poi comunica le tue competenze alle persone tramite i tuoi contenuti per creare la tua immagine da esperto in “quello”).

Evita di cadere nella trappola: Shiny Object Syndrome

nicchie profittevoli e distrazioni
Evita di cadere nella più grande trappola che ti allontana dal raggiungimento dei tuoi obiettivi

Cos’è la Shiny Object Syndrome?

Non è altro che la tendenza di un soggetto a inseguire più opportunità (oggetti luccicanti, per l’appunto) alla volta invece di focalizzarsi sul suo unico obiettivo di business, proprio come un bambino che vuole sempre più giochi perdendo l’interesse dei precedenti.

Questo fenomeno è molto frequente tra le persone che vogliono buttarsi nella carriera digitaleAnch’io ne ero affetto…Proprio perché il mondo online ci consente di intraprendere praticamente qualsiasi progetto per raggiungere i risultati che desideriamo.

Per cui è estremamente comune cadere nella voglia di fare più progetti possibili per avere sempre di più. Ma questo è sbagliatissimo!

Perché? Semplicemente perché le energie mentali e la concentrazione non possono essere buttate al vento intraprendendo trenta progetti diversi su nicchie diverse.

Al posto di progredire in modo verticale su un’unico progetto in cui credi, andrai a spaccarti il cu*o su più progetti senza portare a casa nulla.

La soluzione è imporsi un progetto in cui si ha il pieno interesse/passione e investire le nostre energie in quello ogni giorno, in questo modo sarà possibile FOCALIZZARSI su un’unico obiettivo di business portando a casa i risultati sperati.

Di solito chi si butta in diversi progetti quando è all’inizio inizia ad entrare in uno stato mentale chiamato: burn out (inizia a bruciarsi, di testa!). Quindi questo soggetto inizia a:

  • Perdere motivazione
  • Stancarsi brutalmente
  • Mollare i suoi sogni
  • Mandare a quel paese il mondo online dicendo che non funziona nulla

Questo avviene nel giro di pochissimi mesi nella mente di queste persone…

Quindi focalizzati su una cosa sola!

Riguardo a questo argomento ti consiglio di leggere questo libro di Gary Keller:

Conclusioni

Se sei arrivato fino in fondo in questo articolo ti faccio i miei complimenti! Sei uno dei pochi che apprezza veramente contenuti ben fatti che vogliono trasmettere valore e un forte messaggio.

Se hai notato che ripetevo gli stessi concetti di paragrafo in paragrafo, beh sappi che l’ho fatto per stimolarti.

Nella mia esperienza mi sono ritrovato più volte a rileggere e comprendere concetti simili tra loro ma espressi in modo diverso. Questo serve a sviluppare il nostro intuito e, in certi casi, ci aiuta anche a trovare la nostra strada!

Non hai ancora dato vita al tuo progetto digitale?

Ecco a te una guida completa (prima) e una pratica (seconda):

Come Creare un Blog di Successo e Profittevole | Guida Professionale

Questa è una delle guide più complete che abbia mai creato sull’argomento “Come creare un Blog di Successo”. Un’articolo che ti cambierà la vita se vorrai leggerlo.

Il primo passo per diventare Blogger e capire come guadagnare grazie a questo fantastico mezzo che è il blog.

Acquistare Dominio, Hosting e Installare WordPress | Guida Pratica

Una guida puramente pratica in cui ti guiderò passo dopo passo spiegandoti come acquistare il Dominio, l’Hosting e installare WordPress per creare il tuo Blog/Sito Web/eCommerce professionale!

Domande frequenti:

  • D: A cosa serve studiare gli interessi in una nicchia/segmento di mercato?
  • R: Serve per capire se quella nicchia è evergreen, il grado di interesse delle persone nei confronti di quella nicchia e iniziare a studiare quali potrebbero essere i contenuti da iniziare a pubblicare.
  • D: Posso ricoprire più segmenti di mercato all’interno di una nicchia?
  • R: Certo! Ma consiglio sempre di riempire un segmento di mercato di contenuti prima di passare a un’altro segmento. Ad esempio, se hai scelto la nicchia “Tecnologia > Telefonia > Smartphone“, realizza tanti articoli su questo argomento (di qualità e utili), porta a casa dei risultati e magari dopo potrai decidere di passare a un’argomento adiacente a quello scelto, ad esempio: “Tablet“, poi “Notebook” e così via..

Ho impiegato 4 giorni per scrivere questo articolo (ehm…non sto scherzando…), non per mancanza di idee, ma per dare un tocco di originalità al contenuto e gran parte della mia esperienza, è stata una vera e propria spremuta di meningi!

Quindi mi farebbe molto piacere se tu condividessi questo super articolo sui social, a te servono pochi secondi e un click! Thanks!


Michele Mincone

Sono un blogger appassionato, adoro creare piattaforme e business online da evolvere all’infinito, studio e applico strategie di Digital Marketing. Mi nutro principalmente di crescita personale, obiettivi e condivisione con altre persone appassionate.

Lascia un commento