Personal Branding Strategico: l’Arte del Sapersi Vendere

  • Post author:
  • Reading time:24 min(s) read

fare personal branding

Personal Branding, Personal Branding, Personal Branding…

Michele cos’è il Personal Branding? Si mangia?

Immagino che anche tu sei rimasto ipnotizzato da questo parolone senza capire cosa sia, a cosa serva e come si costruisca

Quindi per chiarire una volta per tutte questo concetto ho deciso di farci un’articolo: vista l’importanza di questo vastissimo argomento.

Molte volte ci chiediamo perché alcune persone abbiano più successo rispetto ad altre. Non parliamo di un successo qualsiasi, stiamo parlando di un successo sopra ogni standard, come se fosse irraggiungibile.

Queste persone hanno raggiunto quell’enorme successo perché si sono concentrate su un qualcosa di importantissimo (che magari tu hai ignorato):

Personal Branding Strategico.

Non ci sono segreti. Questo è l’ingrediente “segreto” (che poi non lo è) che le persone cercano per avere successo e che ignorano allo stesso tempo.

Fare Personal Branding ti rende unico, irripetibile e il migliore di fronte agli occhi delle persone: in campo lavorativo, imprenditoriale, come manager eccetera . Ma questo vale anche per Blogger, Youtuber, Influencer e molte altre figure che hanno bisogno di un’audience per espandersi.

Una macchina da guerra vera e propria, non ci sono differenze!

Il Personal Brand è così potente perché è ciò che ti distingue NETTAMENTE dal resto della concorrenza e delle persone: sei te stesso e le tue qualità (creatività, conoscenze, competenze, visioni) e come le presenti al mondo.

Un vero e proprio buco nero in grado di influenzare migliaia di persone allo stesso tempo. Potremmo paragonarlo anche a un magnete.

Naturalmente il Personal Brand è un’insieme di cose che tu puoi controllare/costruire, ovvero la causa. Quindi la causa sei tu.

L’effetto è ciò che vedi nelle persone di successo, il grado di influenza che sono state in grado di generare sul loro pubblico nella loro nicchia.

…”Vorrei una consulenza da quel Marketer perché è il più bravo di tutti“, “Ammiro tantissimo quel Travel Blogger perché sa dare consigli utili e efficaci”, “Ho scelto di pagare la consulenza di quel commercialista perché è il migliore“…

Queste sono le affermazioni che girano nella mente delle persone che vengono incontro a un forte Personal Brand.

Costruirlo non è cosa semplice ma è fondamentale. Soprattutto se sei all’inizio, non conosci bene te stesso, le tue passioni e ciò che vorresti realmente fare.

Ma voglio sollevarti l’umore nei confronti di questo argomento: costruire un Personal Brand su internet è diventato più semplice, ma questo non significa che sia una passeggiata. Bisogna impegnarsi ed è fondamentale.

Per questo motivo ho deciso di semplificare l’intero processo che coinvolge la costruzione di un Personal Brand partendo dalle unità che lo compongono.

Queste unità passano per te stesso e per le tue abilità di comunicazione e marketing.

Perfetto. Non vedo l’ora di iniziare. Elimina qualsiasi fonte di distrazione e divorati questo articolo perché ti tornerà molto utile.

Che cos’è un Personal Brand?

Prima di passare attraverso il processo di creazione di un Personal Brand è bene conoscere a fondo: cos’è (veramente) un Personal Brand.

Wikipedia ci suggerisce la seguente definizione:

“Il personal branding è l’attività con cui prima si consapevolizza e poi si struttura la propria marca personale. “

Ti dico subito che questo non è tutto, ma non è sbagliata la frase. Di definizioni ne abbiamo veramente moltissime, alcune si fermano soltanto all’aspetto teorico altre sono applicabili.

Basta che inizi a cercare su Google per vedere le varie definizioni…

Qui subentra la mia spiegazione, ciò che ho compreso io e che mi ha avvicinato alla realtà:

Il Personal Brand non è altro che una marca personale, ovvero un marchio applicato su un soggetto, su una persona. Di base noi siamo più esposti all’influenza dei Brand classici: CocaCola, Apple, Facebook, Instagram ecc. La stessa influenza può essere generata anche da un persona, in alcuni casi questa influenza è anche molto forte.

Questo brand personale non fa altro che distinguere la persona dalla massa, la eleva rispetto alle altre. La fa apparire come un Leader di qualcosa, un’esperto, un punto di riferimento.

A livello PERCETTIVO questo Personal Brand INFLUENZA il tuo pubblico talmente tanto da creare un legame solido tra le due parti.

Che c’entra la PERCEZIONE? Il tuo pubblico percepisce che tu sei diverso, la loro attenzione è rivolta verso il tuo Personal Brand. Il tuo pubblico è influenzato dal tuo Personal Brand.

Ma come deve avvenire questo processo di creazione? Come nasce il potere dell’influenza da rigettare sul pubblico della mia nicchia?

Il processo di creazione di un Personal Brand si riallaccia a questa definizione:

“Il Personal Branding è un processo di creazione consapevole di una identità trasparente/reputazione magnetica protratta nel tempo che coinvolge la nostra persona. L’influenza è una conseguenza delle azioni della costruzione del Personal Brand”

Questa definizione l’ho costruita a parole mie partendo da concetti base (ci ho passato tanto tempo a pensarci 🙂 ), ovvero questi:

  • processo di creazione consapevole: sei al corrente di ciò che stai mettendo in piedi. Una costruzione a blocchi, tu questi blocchi li conosci e sei cosciente delle loro potenzialità.
  • identità trasparente: sei te stesso. Non devi copiare nessuno. Coinvolge la tua persona e basta. Non fare un minestrone.
  • reputazione magnetica: ciò che porta le persone verso di te.
  • protratta nel tempo: il processo di creazione non dura un giorno, un mese o un’anno. Praticamente è continuo! Giorno dopo giorno, mattoncino dopo mattoncino.
  • Influenza: la conseguenza di tutto.

5 elementi strettamente legati tra loro. Semplici da comprendere ma fondamentali e difficili da mettere in pratica. Da qui può realmente nascere un forte Personal Brand.

Ma voglio spingermi oltre, infatti continuerò a scomporre più concetti sul tema del Personal Branding in modo tale che tu esca istruito da questo articolo.

Quindi lo scopo di tutto questo è influenzare un pubblico della nostra nicchia, costruendo il personal brand consapevolmente, per affermarci come l’esperto, figura autorevole, il punto di riferimento per: vendere i nostri prodotti o servizi -> avere successo.

Uno schema più che logico.

Sostanzialemente devi: imparare a venderti…

Ora guarda questa immagine.

personal branding

Ecco qui. Mi sono buttato sull’editor di Canva e ho realizzato questo schema semplice semplice. Quello che vedi raffigura le reazioni naturali di un Personal Brand.

<1> “Tu” sei un’insieme di competenze, conoscenze, visioni, esperienze, modi di operare, ambizioni, conoscenze, ideali che hai accumulato o costruito nel tempo in modo consapevole e protratto nel tempo.

[NOTA BENE] Non credere che solo le persone che hanno un talento possano costruire un Personal Brand. Puoi benissimo costruirlo partendo da ciò che ti piace e sviluppando i tuoi valori interni.

<2>In seguito: attraverso un’efficace comunicazione e una strategia di marketing diretta puoi raggiungere il tuo pubblico e “CONDIVIDERE” la tua persona.

<3> Il “pubblico” reagirà agli stimoli che hai inviato (con la comunicazione e il marketing) “condividendo” i tuoi stessi valori. Questa reazione è definita come percezione.

Per l’appunto puoi stimolare questa percezione del tuo pubblico grazie alla condivisione.

Dopo la percezione di questi valori può nascere una forte influenza sul pubblico che hai deciso di colpire.

<4> L’intersezione tra “TE” e il “Pubblico” per mezzo della “CONDIVISIONE” e della “PERCEZIONE” fa nascere il tuo Personal Brand.

Qui avviene la magia che vedi nelle persone di successo.

Con questo siamo arrivati fino in fondo alla definizione di Personal Brand. Ora andiamo avanti.

Quando costruire un Personal Brand?

Non devi essere qualificato o speciale per creare un Personal Brand.

Devi soltanto essere consapevole delle tue capacità e che ci vorrà tempo.

Quindi: quando costruire un Personal Brand?

  • Ogni volta che un Business o un Blog è incentrato sulle tue competenze, quindi sulle tue qualità intrinseche, sulla tua persona.
  • Quando sarai consapevole che bisogna impegnarsi ed essere costanti
  • Quando vuoi elevarti al massimo e raggiungere l’eccellenza

Sono tutti fattori che dipendono da te. Non c’è bisogno di nulla di particolare, non c’è un momento migliore per creare un Personal Brand.

Sei tu a decidere quando iniziare a mettere le basi. Lo svantaggio è solo che devi impegnarti tanto. I vantaggi sono innumerevoli.

Perché costruirlo è Importante? In breve: riepilogo

Dall’inizio di questo articolo fino a questo punto ho parlato dell’importanza di un Personal Brand. In questo piccolo paragrafo ti faccio un riepilogo dei punti chiave per cui è importante costruirlo, tieni a mente questi fattori.

Costruire un Personal Brand è importante perchè:

  • Il Personal Brand è la combinazione delle tue esperienze e delle tue Skills (competenze). Due elementi che puoi controllare appieno, amplificare e dai cui puoi creare tanto valore da vendere e condividere. In breve: il Personal Brand lo alimenti tu stesso.
  • Un Personal Brand ti differenzia dalla competizione rendendoti unico e ti permetterà di costruire un business solido e duraturo nel tempo.
  • Le persone preferiscono scegliere un’esperto con un forte Personal Brand piuttosto che un Business Brand. Quindi le persone si fidano più di una persona esperta.
  • Sarai visto come l’esperto nel tuo settore, quindi il valore percepito dal pubblico sarà maggiore.
  • Attrarrai molte più opportunità di lavoro/collaborazione.
  • Difficilmente sarai buttato nel dimenticatoio.

Come costruire un Personal Brand: muovi i primi passi

Adesso è arrivato il momento di capire: come costruire un Personal Brand forte, di successo e duraturo nel tempo.

Mettiti in testa che costruire un Personal Brand non è cosa immediata. Ci serve tempo e pazienza.

Il Personal Brand è un’insieme delle qualità di una persona che possono essere amplificate lavorandoci che poi devono essere comunicate a un pubblico di riferimento, anche qui c’è un lavoro da fare.

Quando ti ho spiegato: “Cos’è un Personal Brand” ti avevo detto, oltre alla definizione, che esso prevede una “costruzione consapevole“. Quindi tu devi essere cosciente di andare a costruire il tuo Personal Brand e degli strumenti che possiedi e che andrai ad utilizzare.

Mi piace pensare che costruire un Personal Brand sia come comporre un puzzle: pezzo dopo pezzo.

Guarda questo grafico:

costruzione personal brand

Abbiamo un’asse del tempo e un’altro che rappresenta la costruzione del Personal Brand. Ecco, i due elementi sono direttamente proporzionali, più tempo passeremo a costruirlo più la sua forza aumenterà.

Ma quali sono questi pezzi da mettere assieme per costruire un Personal Brand efficace?… Eccoli:

elementi per costruire un personal brand

Questa è la torta del Personal Brand. Ogni fetta rappresenta un lavoro che dobbiamo fare su noi stessi per rendere sempre più forte questo marchio personale.

Questa torta del Personal Brand può sembrare più teoria che pratica per molti. Quindi ho deciso di mostrarti un percorso per costruire un Personal Brand. Sto per illustrarti gli elementi da mettere in campo per costruirlo.

Premetto che non puoi permetterti di bruciare le tappe, tutti questi elementi sono legati tra loro, non puoi barare, devi passare attraverso ognuno di essi altrimenti cadrai a terra.

Il percorso comprende sia strategie comunicative e di marketing sia strategie per accrescere il nostro campo-competenze.

Iniziamo subito:

<1> Parti da te stesso

L’errore che moltissime persone commettono è quello di finire per copiare qualcun’altro nel tentativo di iniziare a costruire un Personal Brand.

Questo è sbagliatissimo per tre semplici motivi:

  • andresti contro i vantaggi di creare un personal brand (quelli che ti ho elencato prima, ricordi?)
  • farai moltissima fatica a comunicare te stesso agli altri
  • non potrai scalare il tuo personal brand

Praticamente perdi tutto! Creare un Personal Brand e fare Personal Branding non significa copiare.

Devi partire da te stesso. Il fulcro di un Personal Brand sei proprio tu e devi fare Personal Branding (ovvero l’azione di costruirlo) sulle tue qualità. Quindi tutto deriva da te stesso.

Ognuno di noi ha:

  • una storia personale da raccontare
  • delle esperienze da condividere
  • competenze da condividere, migliorare e applicare
  • uno stile
  • delle visioni sul mondo e sul futuro
  • un set di credenze
  • ambizioni
  • passioni
  • pensieri
  • una missione

Ecco qui, il Personal Brand parte proprio da noi stessi. Gli elementi che ti ho elencato devono essere tuoi, hai tantissime cose su cui lavorare, inizia a scoprire te stesso.

Ricorda: il Personal Brand parte dalla tua persona, dalle tue qualità.

<2> Devi specializzarti in una nicchia

Dopo aver lavorato su te stesso – quindi hai scoperto chi sei, cosa vuoi fare e chi vorresti diventaredevi assolutamente specializzarti in una nicchia.

La scelta di una nicchia specifica dipende molto da questi elementi: chi sei, cosa vuoi fare e chi vorresti diventare. Ovvero quegli aspetti di te stesso che ti ho consigliato di analizzare nel punto 1.

Se hai tante passioni o interessi scegli quell’attività che ti rispecchia di più.

Perché è importante specializzarsi in una nicchia per costruire un Personal Brand?

Perché agli occhi delle persone apparirai come l’esperto in quella nicchia, un’immagine che deve formarsi nella mente di chi ti vede. Per costruire un forte Personal Brand questo è importantissimo.

Inoltre, più ti specializzerai non solo questo effetto sarà più forte ma promuovere e posizionare il tuo brand sarà più facile.

Evita assolutamente di tentare di affermarti come esperto in più nicchie. Non serve a nulla e non ci riuscirai. Concentrati sulla tua passione/ambizione più grande.

Ad esempio se sei esperto nel settore “Fitness > Alimentazione > Perdita di peso” le persone ti vedranno un’esperto della nicchia “perdita di peso“.

In alcuni casi è possibile colpire anche una o più nicchie specifiche vicine a quella che hai scelto, ma all’inizio bisogna focalizzarsi proprio su quella scelta, una possibile evoluzione va fatta dopo che hai fortificato il tuo Personal Brand.

Ricorda: la scelta di una nicchia specifica è fondamentale per costruire un forte Personal Brand, affermarsi come esperto e durare nel tempo.

<3> Lavora moltissimo sullo sviluppo delle tue competenze

Hai lavorato su te stesso, hai scelto una nicchia specifica per affermarti come esperto in quel settore…E ora?

Prima ti avevo detto che: scegliere una nicchia specifica è importante per apparire come esperto nel tuo settore. Verissimo, ma esperti bisogna diventarlo.

Non sto dicendo che bisogna essere perfetti per partire oppure che tu debba conoscere tutto il tuo settore. Assolutamente no!

Se hai già un set di competenze vendibili che possano aiutare le persone e che tu possa comunicare a un pubblico puoi benissimo iniziare il tuo percorso.

Naturalmente durante questo percorso bisogna verticalizzare le proprie competenze. Nel senso che bisogna puntare a essere sempre più bravi in ciò che sappiamo fare. In primis questo miglioramento avviene attraverso l’esperienza che porti avanti sul campo della tua nicchia specifica.

In secondo luogo ti consiglio di leggere tanti libri riguardo ciò che fai, partecipare ad eventi e conoscere persone del tuo stesso settore.

Ricorda che più conoscenze e competenze hai appreso più il tuo Personal Brand sarà forte. Questo avviene perché il valore percepito dalle persone è talmente alto che ti classificheranno subito come l’esperto di quella cosa.

Dopotutto dovrai condividere queste competenze con il tuo pubblico.

Ricorda: dato che dovrai condividere delle competenze e delle conoscenze col tuo pubblico per rafforzare il tuo Personal Brand, più cose impari più esso diventa forte.

<4> Realizza un Blog

Il blog è uno strumento di comunicazione estremamente efficace. Realizzarlo costa poco ed è il luogo in cui dovrai condividere le tue conoscenze, competenze e esperienze.

Leggi i miei articoli a riguardo:

Michele, ma non ho ancora capito come condividere queste conoscenze, competenze e esperienze! Come si fa!?

Semplicissimo: attraverso la creazione di contenuti!

I contenuti sono un potentissimo strumento per fare Personal Branding e non costano nulla.

Su un Blog i contenuti sono: gli articoli! Quindi puoi condividere le tue conoscenze, esperienze e competenze attraverso degli articoli.

Potresti realizzare una guida su come raggiungere una determinato obiettivo nel tuo settore. Oppure potresti scrivere una serie di articoli su “come fare x“, “come raggiungere y“, “come arrivare a z“.

I contenuti da creare sono veramente tanti. Attraverso questo potentissimo mezzo puoi veramente condividere tantissimo valore, da qui nasce quell’immagine nella mente dei tuoi lettori: “mi trovo davanti a un’esperto (ovvero tu)“.

C’è chi ama scrivere e chi ama registrare video. Non è detto che tu debba per forza scrivere. Se ti piace fare video abbiamo YouTube come alternativa.

Inizia con ciò che ti da più sicurezza. Dopo che hai creato il tuo set di contenuti sulla piattaforma che hai scelto in cui esponi le tue conoscenze, esperienze e competenze puoi passare all’altra.

Quindi se hai scelto la scrittura di articoli su un Blog potresti registrare anche dei video su YouTube e lo stesso ragionamento vale al contrario.

Ricorda: il contenuto è l’arma più potente per fare Personal Branding. Puoi crearli attraverso un Blog o un Canale Youtube, ma anche entrambi. Focalizzati sulla qualità dei contenuti piuttosto che sulla quantità.

<5> Racconta la tua storia

Se ti ho appena detto che è importantissimo comunicare e allargare le proprie conoscenze, competenze e esperienze è importantissimo dedicarsi uno o più contenuti che raccontano di te.

Esatto, hai capito bene, parla di te!

Per fare ciò potresti registrare uno o più video o realizzare degli articoli sul tuo Blog che riguardino:

  • le tue esperienze
  • la tua filosofia
  • chi sei e cosa fai
  • le tue competenze
  • il tuo percorso di evoluzione

Puoi dedicare un’unico contenuto a questo ma puoi anche spezzettare il tutto in più contenuti se lo ritieni più appropriato.

Le persone cercheranno in ogni modo di trovare qualcosa su di te. Se tu soddisferai questo bisogno le persone resteranno incollate allo schermo a sentirti parlare di te, delle tue esperienze, del tuo percorso e vorranno sapere cosa fai.

Ricorda: parlare di te è fondamentale per costruire un legame ancora più forte tra il tuo Personal Brand e il tuo pubblico. Vale il concetto della condivisione che ti ho mostrato all’inizio dell’articolo.

<6> Metti in mostra le tue competenze, conoscenze e esperienze: dai tanto valore

Certo, questo concetto l’ho già espresso nei paragrafi precedenti ma ci tengo a sottolinearlo. Lo ritengo un punto fondamentale

Rafforza il tuo Personal Brand condividendo le tue competenze, conoscenze e esperienze attraverso i contenuti.

<7> Copywriting e comunicazione

Che tu abbia un Blog o un canale Youtube non importa, devi migliorare il tuo Copywriting e la tua comunicazione.

Il Copywriting è collegato alla scrittura degli articoli del Blog. Evita di essere formale e di usare paroloni, annoia la gente e la spinge ad abbandonare i tuoi articoli.

La tua scrittura deve essere caratterizzata da un tono allegro e coinvolgente, che esprima i concetti che tu vuoi condividere.

Non stai facendo una lezione di italiano. Conosci l’antilingua di Italo Calvino? Ecco, ti ho detto tutto. Non devi essere filosofico o estremamente colto!

Altri errori di Copywriting sono: fare troppi giri di parole, annoiare il lettore con troppi tecnicismi, creare contenuti troppo lunghi.

Focalizzati su ciò che è essenziale, ovvero il messaggio che tu vuoi trasmettere.

Non sottovalutare lo storytelling quando si parla di copywriting. Uno strumento molto potente per smuovere le emozioni di una persona.

Piccole storie che attirino l’attenzione delle persone, incipit e casi studio possono essere usati per scrivere contenuti sul tuo Blog o sui tuoi canali social.

Puoi fare lo stesso anche per la creazione di video nel caso tu abbia un canale YouTube.

<8> Crea e sponsorizza un tuo prodotto

Prima ti ho parlato di quanto fosse importante condividere le tue esperienze, competenze e conoscenze per aumentare il valore percepito dalle persone nei tuoi confronti e elevarti come l’esperto nel tuo settore.

Bene, per amplificare questo effetto puoi anche iniziare a costruire un tuo prodotto/servizio e iniziare a sponsorizzarlo.

Questo prodotto può essere un semplice pacchetto di consulenza, un video corso o una membership.

Naturalmente la costruzione di un video-corso o di una Membership è difficile soprattutto all’inizio, quindi puoi anche aspettare e costruire uno dei due prodotti più avanti.

Generalmente la maggioranza delle persone che iniziano un Business basato su un Personal Brand iniziano a vendere consulenze, non devi costruire nulla, si tratta di vendere le tue competenze su misura per i clienti che vengono a cercarti.

Se tu vuoi vendere consulenze, corsi, membership significa che hai delle competenze reali da trasferire alle persone che amano il tuo Personal Brand. Questo incrementa il valore percepito dalle persone nei tuoi confronti, quindi il tuo Personal Brand sarà più forte.

Consiglio sempre di realizzare una Landing Page esaustiva in cui si va a descrivere la consulenza/ il corso /la membership che vuoi vendere elencando i punti di forza.

Non dimenticare che potresti vendere anche una tua linea di prodotti come fanno molti Personal Brand. Ad esempio potresti creare diversi design per delle magliette, felpe, oggetti e tutto ciò che ti passa per la testa. Potresti usare Printful per creare i tuoi prodotti applicando i tuoi design.

Anche questo è utile per il tuo Personal Brand.

<9> Utilizza dei casi studio, testimonianze e metti in mostra i risultati

Fin’ora ti ho detto che ampliare le proprie conoscenze e competenze, condividerle tramite contenuti video o scritti e realizzarci dei corsi/membership o venderle tramite consulenza sono step fondamentali per posizionarti come l’esperto nel tuo settore. [te lo ripeterò all’infinito]

Più amplierai tutto questo più la tua figura da esperto sarà magnetica, questo equivale a un forte Personal Brand.

Bene, devi sapere che determinate persone non acquisteranno subito i tuoi prodotti o servizi, ma c’è una tecnica molto potente per persuaderle e spingerle ad acquistare la tua consulenza, il tuo corso o la tua membership.

Questa è tecnica è chiamata: dimostrazione.

La dimostrazione è uno strumento potentissimo di Personal Branding.

Ti permette di condividere il valore delle tue competenze e conoscenze alle altre persone per spingerle ad acquistare i tuoi prodotti/servizi.

Quindi attraverso le recensioni, le testimonianze e i casi studio puoi dimostrare che ciò che insegni funziona nel mondo reale e permette alle persone di ottenere risultati.

Nella mente della persona prenderà vita questa voce: “Se c’è l’ha fatta lui posso farcela anche io!“.

Non dimenticare mai di chiedere una recensione o una testimonianza a un tuo cliente che ha ottenuto risultati grazie alle informazioni di una tua consulenza, video-corso o membership.

Potresti anche registrare un video assieme a lui per creare quelli si chiamano: “Casi studio“. Quindi andrai ad analizzare i risultati e il percorso del tuo cliente assieme a lui in un video di 30/40 minuti per analizzare i punti chiave del suo successo, che derivano da ciò che insegni!

Utilizzare questi contenuti è estremamente potente per il tuo Personal Brand. Quindi non dimenticare di pubblicarli sulla tua Landing Page di vendita del tuo prodotto/servizio, sul tuo Blog o sul tuo canale YouTube. Cambieranno molte cose in positivo.

<10> La Newsletter: un potentissimo strumento da conoscere

Ecco un’altro strumento con un potenziale assurdo. Adesso ti parlo di eMail Marketing e come questo possa fortificare l’influenza del tuo Personal Brand.

Ogni volta che andrai a creare degli articoli sul tuo Blog non dimenticare mai di spingere i tuoi lettori a iscriversi alla tua Newsletter. Dagli un motivo per farlo!

Una strategia infallibile per ottenere l’indirizzo eMail e il nome dei tuoi lettori per costruire la tua lista contatti è quella di creare contenuti di grandissimo valore.

L’utente percepirà questo valore dopo aver consumato almeno il 50/60% del contenuto. Ecco più o meno a metà di questo articolo puoi inserire il form di acquisizione Leads, ineriscilo anche alla fine, e nella maggior parte dei casi trasformerai i lettori in potenziali clienti.

Questa trasformazione avviene perché il lettore ha percepito questo grande valore e si aspetta che dandoti il suo indirizzo eMail possa ricevere altro valore da te: tu che sei l’esperto.

Una volta che hai la tua lista contatti inizia a inviare delle sequenze di email. Non dovrai parlare esclusivamente fatti tuoi, concentrati su:

  • Storytelling
  • Condividere esperienze
  • Trasmetti delle competenze/conoscenze

Quindi andrai a dare altro valore. Ma aspetta! Questo valore va sequenziato. Non condividere ciò che vuoi trasmettere in un colpo solo. Fallo per sequenze!

Quindi dividi il tuo messaggio in 4/5 emails e inviale una a settimana alla tua lista contatti.

Ecco un’esempio:

Mettiamo caso che tu voglia condividere la tua esperienza da bodybuilder. Una sequenza POTREBBE essere questa:

[eMail 1/3] Il mio percorso da BodyBuilder: l’inizio di tutto.

[eMail 2/3] Il mio percorso da BodyBuilder: Il mio periodo di crisi

[eMail 3/3] Il mio percorso da BodyBuilder: Tutto inizia ad avere un senso

Una sequenza che rivela piano piano una storia che i tuoi contatti vogliono conoscere e trarne più valore possibile.

Questo puoi farlo anche tu dall’inizio. Anzi, devi assolutamente farlo.

Certo, perché una volta che hai educato e influenzato con le tue storie i tuoi contatti potresti spingerli anche ad acquistare i tuoi prodotti, servizi o eventi.

Anche in questo caso puoi creare una sequenza di email!

<11> Usa anche altri Social Network

Va benissimo iniziare a costruire il tuo Personal Brand partendo da un Blog scrivendo articoli oppure con i video su YouTube.

Ma a un certo punto devi iniziare ad espanderti e iniziare a condividere le tue esperienze, conoscenze e competenze anche altrove.

Lo sapevi che le persone più influenzate dal tuo Personal Brand andranno anche a cercarti su Instagram, Facebook, Linkedin e Twitter (i social network più rilevanti)?

Quindi inizia a creare delle pagine anche li sopra! Non devi necessariamente ricoprire tutti i canali social che ti ho detto all’istante. Parti da quelli che più ti piacciono.

Anche in questo caso devi creare la tua strategia comunicativa e di condivisione, ecco degli esempi:

Instagram [Personal Branding]: puoi usare le storie e metterle in evidenza per condividere esperienze, consigli sulla base delle tue conoscenze e competenze e pubblicare dei post di valore.

Linkedin [Personal Branding]: condividi la tua esperienza lavorativa o imprenditoriale evidenziando i tuoi punti di forza, la tua visione, la tua storia e la tua area di competenze.

Facebook [Personal Branding]: utilizzalo per fare storytelling principalmente. Quindi parla delle tue esperienze, punti di vista, visioni e come hai raggiunto determinati obiettivi attraverso dei piccoli post.

Twitter [Personal Branding]: questo social è per condividere pezzettini di pensieri, visioni e storie della tua vita ma anche aforismi, ad esempio “Lavorerai la maggior parte della tua vita. Se sceglierai un lavoro che non ti piace butterai tutta la tua vita. Se sceglierai un lavoro che ti piace non lavorerai nemmeno un giorno della tua vita.“.

Quindi ogni volta che hai qualcosa da dire hai tante possibilità per farlo!

Questi social sono sempre molto utili per trasferire i follower di quei social sul tuo Blog o sul tuo canale Youtube. Quindi sfruttali anche per condividere i tuoi pezzi di contenuto più importanti.

Ricorda sempre di definire “Chi sei“, “Cosa fai“, “Perché le persone dovrebbero seguirti” e “la tua missione” sui canali social che andrai a scegliere.

<12> Interazione col tuo pubblico

L’interazione col pubblico è molto importante per il tuo Personal Brand.

Se non te ne fossi già accorto già creando dei contenuti interagisci con questo tuo Pubblico (video, social, articoli, email marketing…).

Ma come si può arrivare a elevati livelli di interazione?

Che tu ci creda o no è molto più semplice di quello che pensi.

Ecco delle dinamiche da tenere a mente:

  • Realizza dei contenuti su richiesta dei tuoi followers (se ad esempio ti chiedono: “Parlaci delle scelte che hai fatto nella tua vita” realizza questo contenuto).
  • Rispondi ai commenti più significativi sotto i post del tuo Blog, dei tuoi canali social o sotto i video del tuo canale Youtube.
  • Lancia degli Hashtag che ti rappresentino
  • Fai dei sondaggi su Instagram, raccogli delle domande da questo social e rispondi ad esse.

Conclusioni

Spero di non averti annoiato 😉

Comunque se sei arrivato fino qui ti ringrazio. Non tutte le persone apprezzano e consumano contenuti lunghi e completi.

Se hai percepito il valore dei punti che ti ho elencato e ti sembrava troppo non spaventarti. Il Personal Brand parte tutto dai primi tre punti e non serve sviluppare tutto subito.

Alimenta gli aspetti che ti ho evidenziato poggiando i mattoncini uno per volta ogni giorno. Ricordi il grafico che ti ho messo prima? quello che mette in relazione la costruzione del brand e il tempo?

Perfetto, devi essere costante e paziente come la linea evolutiva di quel grafico.

Per quanto riguarda il Personal Branding è tutto! Buona costruzione.

Articoli che ti consiglio di leggere:

Ho impiegato 3 giorni per scrivere questo articolo. Mi farebbe molto piacere se tu lo condividessi. Grazie!


Michele Mincone

Sono un blogger appassionato, adoro creare piattaforme e business online da evolvere all’infinito, studio e applico strategie di Digital Marketing. Mi nutro principalmente di crescita personale, obiettivi e condivisione con altre persone appassionate.

Lascia un commento