11 Ottimizzazioni SEO Base WordPress [PRATICA]

  • Post author:
  • Reading time:15 min(s) read

tecniche seo wordpress
Oggi scoprirai 11 Ottimizzazioni SEO da applicare sul tuo Blog su WordPress

In questa guida ti illustrerò passo-dopo-passo le 11 Ottimizzazioni SEO da portare a termine per avere successo col tuo Blog su WordPress.

Conosci già le Basi della SEO?

Come ogni struttura che si rispetti le fondamenta devono esserci per forza, se mancano crolla tutto giù e rimpiangerai tutti i tuoi sforzi e la tua svogliatezza di non aver costruito una base solido.

Questo concetto vale anche per la SEO. Potrai costruire il blog più figo al mondo, iniziare a scrivere contenuti e velocizzare il sito al massimo, ma senza queste 11 tecniche fondamentali perderesti almeno il 27% del traffico, dei contatti e delle vendite che potresti ottenere.

Questi step sono veramente semplici da seguire e completarli. Ricorda che la parola SEMPLICE non significa BANALE, questa parola significa FONDAMENTALE. Dalla parola FONDAMENTALE arriviamo alle FONDAMENTA.

Quindi con i seguenti step costruirai le fondamenta per la SEO del tuo Blog e eviterai che crolli tutto giù nel lungo termine (chi fa SEO deve avere questo tipo di visione). Poi passerai alle “cose avanzate“.

Tieni bene in mente questo!

Queste 11 Ottimizzazioni SEO Base vanno benissimo in tutti i casi, che tu abbia un blog su wordpress, un sito web o un ecommerce non importa.

Cos’è la SEO?

cos'è la seo
Cos’è la SEO?

Per SEO, o Search Engine Optimization, si intendono tutte quelle strategie e tecniche per fare in modo che un contenuto testuale (articolo) o audiovisivo (video) si posizionino su una pagina di risultati (nel caso di Google viene definita come SERP, Search Engine Result Page, Pagina dei risultati del motore di ricerca) per un determinato intento di ricerca basato su una precisa e determinata Keyword.

Quest’ultime (Keywords) possono riguardare intenti di ricerca basati su Keyword Informative o Keyword Transazionali.

  • Keyword informative: un utente ha inserito una parola chiave per effettuare una ricerca solo per ricercare un’informazione che lo informi sull’argomento indicato dalla frase inserita (es. Come accendere un computer fisso);
  • Keyword transazionali: l’utente inserisce una parola chiave sul motore di ricerca per trovare un’informazione su un prodotto o su un servizio che vorrebbe acquistare, l’intento di ricerca si conclude con una transazione (es. Quale computer fisso acquistare).

Perchè dovresti fare SEO?

tecniche seo wordpress
Perchè dovresti fare SEO e applicare le 11 Tecniche Base per il tuo Blog su WordPress

Avrai effettuato centinaia, se non migliaia, di ricerche su Google per determinate frasi o intenti di ricerca. Al 100% avrai letto articoli di blog più o meno famosi. Ecco, immagino che ti sarai già risposto leggendo il titolo qui sopra e questo paragrafo.

Grazie alla SEO potrai ricevere traffico sul tuo blog gratuitamente (dovrai investire tempo) ed è la cosa più bella che tu possa vedere.

Scrivere articoli utili alle persone in cambio di tanti visitatori, vendite, contatti e recensioni sul tuo conto… Figo eh?

Altri motivi per cui dovresti fare SEO:

  • È la fonte di traffico più pulita;
  • Puoi scalarla quanto vuoi e ricevere tonnellate di visite;
  • Hai la possibilità di scegliere tra Keyword transazionali e Keyword informative, quindi deciderai se concentrarti sulla vendita o sull’informazione.

È davvero morta la SEO?

Assolutamente NO! La SEO funziona benissimo

Contrariamente a quello che dicono in molti su di essa…La SEO non è assolutamente morta. Funziona molto meglio rispetto a qualche anno fa (sono cambiati gli algoritmi dei motori di ricerca in meglio, sono stati creati nuovi tools, ci sono tante guide e tanti esempi da seguire ecc…) ed è la linfa vitale di tantissimi business online.

Quindi elimina subito dalla tua testa questa folle idea che la SEO sia morta e che non possa funzionare.

Anche perché il motore di ricerca per eccellenza: Google, diventa sempre più intelligente col passare degli anni!

11 Ottimizzazioni per Avere Successo con la SEO sul tuo Blog WordPress

Queste 11 Ottimizzazioni SEO Base per avere successo col tuo Blog su WordPress puoi metterle in pratica per qualsiasi tipo di blog, sito web o ecommerce.

1. Scegli un servizio hosting veloce

web hosting e seo wordpress
Siteground, il miglior Hosting per il tuo Blog su WordPress anche per la SEO!

Il primo consiglio (estremamente importante) che mi sento di darti è quello di scegliere un servizio hosting performante.

Sono veramente troppe le persone che sottovalutano questo aspetto, quando è quello più importante da prendere in considerazione quando ci salta in mente l’idea di aprire un blog, sito web o eCommerce.

La scelta di un buon servizio Hosting comporterà tantissimi vantaggi, sia di lungo termine sia di breve termine.

Nel primo caso (lungo termine) avrai la possibilità di avere un sito web, blog o ecommerce sicuro, molto veloce e in grado di mantenere tanti visitatori allo stesso tempo.

Tenendo in considerazione le qualità che ti ho appena detto farai un grosso favore ai tuoi visitatori, Google terrà conto di questo. Partirai avvantaggiato a livello SEO riducendo drasticamente il Bounce Rate (o Frequenza di Rimbalzo) facendo la giusta scelta.

Nel secondo caso (breve termine) potrai realizzare il design, gli articoli e le pagine senza incappare in errori di mancanza di risorse (il classico Crash del Server). Ma non solo, potrai installare le plugin che ti servono (ovviamente senza esagerare) e un bel tema per arricchire la grafica complessiva del sito evitando il Crash.

Quindi l’Hosting è il server o lo spazio web nel quale si trovano il database del tuo sito, i tuoi articoli, pagine, temi, plugin, immagini e WordPress stesso.

L’Hosting che ti consiglio di usare, poi fai come ti pare, è Siteground.

Perchè Siteground è il Miglior Servizio di Web Hosting per dare vita al tuo Blog, Sito Web o eCommerce? Le risposte sono molteplici, eccole in un semplice elenco:

  • Ha più di 2 Milioni di Domini Registrati in tutto il mondo;
  • Presenta dei server con protocolli di sicurezza elevati per il tuo database, l’hosting in generale (Firewall…) e per il tuo sito (HTTP/2, TLS, SSL, HTTPS, Anti-Spam…) per prevenire l’attacco da malintenzionati;
  • I server sono estremamente veloci per il tipo di hardware (SSD, CPU e RAM con diverse configurazioni) e software utilizzati e per la postazione in Olanda, quindi usufruiscono di una connessione molto veloce;
  • Puoi partire da un piano economico (costo basso, chiamato StartUp) per progetti di piccola entità fino ad arrivare ad abbonamenti più elevati per realizzare piattaforme importanti e grosse (GrowBig, GoGeek o il CloudHosting, un servizio da usare solo se hai in mente di realizzare grosse piattaforme).

DOMANDE FREQUENTI

  • Voglio creare un blog, che piano devo scegliere? Una volta che sei atterrato sulla pagina di Siteground, seleziona il piano StartUp.
  • Ho bisogno di più potenza, che piano mi consigli? Opta per l’abbonamento GrowBig, se necessiti di ancor più potenza vai per il GoGeek. Invece, se hai bisogno di tantissima potenza, banda e spazio web per un progetto enorme ti consiglio il Cloud Hosting offerto da Siteground.
  • Come posso registrare il mio dominio? Semplice! Una volta che hai scelto il tuo piano sarai reindirizzato alla pagina per scegliere e registrare il tuo dominio.

2. Usa solo WordPress

tecniche seo wordpress
Come fare SEO per il tuo Blog su WordPress

WordPress è in assoluto il miglior CMS per creare il tuo blog, sito web o eCommerce. Indovina un pò? Si! È anche il software ideale per lavorare sulla SEO in modo professionale e per indirizzarti al successo.

Evita di utilizzare piattaforme come Wix, Webbly, SquareSpace, Blogger e simili. Sono software estremamente limitati, perderai tempo a cercare strategie inutili e incapperai in servizi costosi e da evitare.

WordPress è un software OpenSource (quindi è gratis), ti mette a disposizione più di 45 000 plugin (delle integrazioni) e decine di migliaia di temi (per dare un layout e un design al tuo sito).

Per usarlo dovrai soltanto acquistare un servizio hosting (ti consiglio Siteground), scegliere il dominio e installare il software di cui ti sto parlando.

Non commettere l’errore di creare il tuo sito web su WordPress.com.

NON FARLO!

Dovrai prima acquistare l’hosting, poi dovrai scegliere il dominio e in seguito potrai installare il vero software di WordPress (offerto da WordPress.org).

3.Passa da HTTP a HTTPS + SSL e TLS

https seo
Passare a HTTPS è un fattore fondamentale per migliorare la SEO del tuo sito su WordPress

Google ha annunciato definitivamente che avere un sito con protocollo HTTPS sarà fattore di Ranking, sia nel breve sia nel lungo termine. I siti con protocollo HTTP saranno penalizzati.

Cos’è un protocollo HTTPS?

HTTPS sta per (HyperText Transfer Protocol Secure) ed è un protocollo per la comunicazione in modo sicuro in una rete di dispositivi che si collegano.

Questo è un protocollo “Over on“, ovvero che si trova sopra a qualcosa. Questo qualcosa è un Layer di Sicurezza (Layer of Security, nel linguaggio tecnico e globale).

I layer di sicurezza in gioco sono i certificati SSL (Secure Sockets Layer) e i protocolli TLS (Transport Layer Security). Questi devono essere sempre aggiornati altrimenti inciderà l’integrità del modulo HTTPS.

Bene, dopo questa spiegazione non devi andare nel panico. È semplice adeguarsi a questo requisito per la SEO.

Il primo fattore che incide sull’ecosistema dei protocolli di comunicazione su internet è il tuo Hosting. Siteground è il migliore in questo settore, ogni volta che è disponibile una versione aggiornata del TLS e dei certificati SSL viene tutto aggiornato, tu non dovrai preoccuparti di questo.

Devi tenere in mente questi due elementi pratici:

  • [Esclusivo per Clienti Siteground] Accedi al tuo Account su Siteground, seleziona l’opzione Siti Web > Site Tools. Seleziona la voce Sicurezza > Gestione SSL. Seleziona il tuo dominio nell’apposita casella e sotto Seleziona SSL devi cliccare Let’s Encrypt, infine clicca su Ottieni. In seguito, clicca su Sicurezza > Forzatura HTTPS e attiva il protocollo cliccando sul bottone a scorrimento orizzontale a destra del tuo dominio. Fine!
  • [Esegui questo solo se non hai Siteground o se hai problemi con i certificati SSL] Installa il Plugin Really Simple SSL. Una volta fatto ciò seleziona la voce Impostazioni > SSL (su WordPress) e clicca su “Continua, attiva SSL!“.

Certo, esistono metodi di forzatura di questi protocolli anche modificando il file .htaccess accedendo al File Manager del tuo Hosting… Ma se non sei esperto lascia perdere, vanno più che bene i metodi che ti ho spiegato prima.

Questa è una delle tecniche SEO che DEVI assolutamente implementare sul tuo Blog WordPress, Sito Web o eCommerce!

Ho realizzato una guida per apprendere meglio questa tecnica SEO per WordPress. Clicca qui per vederla.

4. Utilizza un plugin per gestire la SEO

yoast seo wordpress
Utilizza un Plugin per gestire la SEO su WordPress!

Una delle tecniche migliori per gestire la SEO su WordPress riguarda l’installazione di un plugin chiamata YOAST.

Attraverso questa integrazione potrai eseguire diverse operazioni per rendere il tuo sito web SEO Friendly, ovvero affine all’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Non ti resta altro che installare questa integrazione dal tuo blog WordPress recandoti su Plugin > Aggiungi nuovo. Dopo cerca “Yoast” sulla barra di ricerca, installalo e attivalo.

Ho realizzato una guida su come utilizzare Yoast. Leggila!

5. Installa un tema performante

tema wordpress seo
Scegliere un Tema SEO Friendly è fondamentale

Avere un tema su WordPress (qui ne ho elencati alcuni) è fondamentale per accedere a tutte quelle modifiche del layout, design, header, footer, sidebar e altro. Senza un tema non potrai apportare tali modifiche.

L’installazione e l’attivazione di un tema su WordPress comporterà l’aggiunta di centinaia di migliaia di righe di codice, devi fare in modo che questo codice sia di qualità, SEO Friendly, che non mandi troppe richieste, che sia compatibile con specifici plugin e con le ultime versioni del CMS e che sia Responsive.

Esistono dei temi gratuiti che potresti utilizzare senza problemi, ma risulterebbero comunque limitati sotto certi aspetti e col tempo alcune parti di codice non risulterebbero aggiornate.

La scelta migliore è quella di investire quei 20$ o 30$ (o poco più) per l’acquisto di un tema che rispetti le condizioni di cui ti ho parlato poco fa.

ThemeForest è il Marketplace di riferimento per l’acquisto di un buon tema per il tuo Blog, Sito Web o eCommerce. Non perderti la mia guida su come scegliere un Tema performante per il tuo sito, clicca qui per leggerla.

>>> ACCEDI A THEMEFOREST! >>>

6. Velocizza e ottimizza il tuo blog

velocizza wordpress per la seo

Una delle ottimizzazioni per migliorare la SEO quando si utilizza WordPress è quello di velocizzare l’ecosistema in cui si sta lavorando.

In questo modo non solo potrai usufruire di un back-end (l’area di lavoro su cui tu operi) veloce e senza intoppi, ma farai un favore ai tuoi lettori dandogli pagine che si caricando rapidamente riducendo il Bounce Rate (segno che il tuo sito è veloce e che porta contenuti di qualità, Google adora questo)

Ovviamente non serve a nulla velocizzare il tuo blog se hai scelto un’hosting pessimo, non puoi ottimizzare una macchina già scarsa per la struttura che ha, devi completamente cambiare mezzo. Siteground è la soluzione.

Quando si parla di ottimizzazione o velocizzazione di un sito parliamo di tutte quelle azioni di Caching, controllo del Database, ottimizzazione delle immagini, minimizzazione dei codici e altro.

Ho scritto una guida completa per quanto riguarda questo aspetto fondamentale, clicca qui per leggerla.

7. Connetti il tuo Blog alla Search Console

google search console seo

Se vuoi dare un Boost alla SEO del tuo sito su WordPress un’altro consiglio è quello di connetterlo alla Google Search Console.

Questo strumento offerto da Google ti consente di misurare importanti metriche del tuo sito, risolvere problemi di ottimizzazione e mettere in risalto i tuoi articoli sul motore di ricerca.

Connettere questo Tool al tuo sito è semplicissimo.

Dovrai inserire il tuo dominio sotto l’opzione Dominio (senza mettere www. o https://, solo nome e tdl) e poi clicca su Continua.

Dopodiché dovrai copiare il codice che Google ti mostra e incollarlo nel box Codice di verifica Google (dovrai installare il plugin e seguire il seguente percorso per giungere al box di cui ti parlo: SEO > Generale > Strumenti per Webmaster) di Yoast su WordPress e poi cliccare su Salva le modifiche.

8. Non dimenticare Google Analytics

google analytics per la seo

Google Analytics è un tool che dovrai utilizzare assolutamente per fare SEO sia da principiante sia da esperto.

Questo strumento offerto da Google ti permette di tracciare delle metriche base (visitatori, tipo di dispositivo, Bounce Rate, demografia ecc.) fino ad arrivare a parametri complessi (flusso di comportamento, test, acquisizione ecc.).

Per poter utilizzare questo Tool dovrai recarti sulla pagina di Google Analytics e registrare il tuo sito inserendo tutti i dati richiesti.

In seguito, installando un plugin chiamato MonsterInsights potrai connettere l’account Google con il quale hai creato il profilo su Google Analytics in modo tale da inserire automaticamente il codice di tracciamento direttamente sul tuo sito. Il gioco è fatto!

9. Inserisci Alt Tags

inserire alt tag immagini

Google non può visivamente identificare un’immagine ma può farlo a livello di codice.

Per far “vedere le immagini a Google” dovrai inserire un’Alt Tag (o Testo Alternativo) a ogni immagine che inserirai all’interno degli articoli (mostro il procedimento nell’immagine sottostante).

alt tag seo wordpress

Oltre a realizzare contenuti di qualità e utili per le persone l’inserimento delle immagini non solo arricchirà l’articolo ma ti darà la possibilità di inserire più volte la keyword target (Alt Text o Alt Tag) che stai utilizzato e potrai variare tale elemento (Keyword Density).

Questa operazione eseguita su ogni articolo ti porterà molto avanti per quanto riguarda la SEO del tuo sito.

10. Fai uso di link interni e esterni

link interni e esterni per la seo

Google terrà conto della quantità dei link che inserirai all’interno del tuo articolo. Non guarderà anche la quantità ma anche la qualità di essi (evita di linkare siti spam).

Puoi usare due tipologie di link all’interno del tuo articolo:

  1. Link interni o link in entrata
  2. Link esterni o link in uscita

[PRIMO CASO] All’interno del tuo articolo potrai inserire link di altri articoli che hai scritto o mettere a fine pagina altri contenuti consigliati (ad esempio per approfondire un argomento complesso o per trattare di un’altra tematica che consigli o che reputi importante)

Soltanto seguendo questa tecnica potrai posizionare i tuoi articoli con keyword transazionali semplicemente.

I Crawler (Bot di Google) analizzeranno sempre il numero dei link interni sul tuo articolo premiandoti portandoti in alto tra i risultati se li hai inseriti.

[SECONDO CASO] Sono link che rimandano l’utente su una pagina esterna, che non fa parte del tuo blog.

Potrai inserire link esterni per citare una fonte di Wikipedia, il blog di un’altra persona o per linkare un Tool o un prodotto che consigli.

I link esterni sono presi in considerazione dai Crawlers ma non come i link interni.

11. Rendi il tuo sito Mobile Friendly

sito responsive e seo

Al giorno d’oggi gli utenti su dispositivi mobili hanno superato di gran lunga quelli su desktop o laptop. Anche gli utenti su Tablet non rappresentano una cerchia ristretta, contano ugualmente.

Quindi dovrai fare in modo che il tuo sito si Responsive o Mobile Friendly, ovvero adatto ai dispositivi mobili.

Ogni volta che scaricherai un tema, modificherai il layout del tuo sito o aggiungerai un Widget assicurati che la struttura sia Responsive.

Puoi verificare ciò visitando il tuo sito da smartphone, riducendo le dimensioni della finestra del browser con la pagina da analizzare o utilizzare un Tool offerto da Google per effettuare dei test.

Clicca qui per vederlo. Basta inserire l’URL della pagina che vuoi analizzare e Google ti dirà se è responsive o no.

Conclusioni

Spero di esserti stato d’aiuto con questa guida in cui ti ho mostrato delle tecniche base per migliorare la SEO del tuo sito, blog o eCommerce su WordPress.

Le ritengo fondamentali per avere successo. Ricorda che basi sono più importanti di qualsiasi cosa all’inizio, non trascurare nulla di ciò che ti ho detto in questa guida.

Conosci già le Basi della SEO?

michele mincone per la seo

Ho impiegato molto tempo per scrivere questa guida, condividila con i tuoi amici! A te basta un click!


Michele Mincone

Sono un blogger appassionato, adoro creare piattaforme e business online da evolvere all’infinito, studio e applico strategie di Digital Marketing. Mi nutro principalmente di crescita personale, obiettivi e condivisione con altre persone appassionate.

Lascia un commento